PrEP Hiv, Gori (ospedale Sacco): “Rimborsabilità permette prevenzione su larga scala”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – La profilassi pre-esposizione (PrEP) di persone HIV negative, a base di

emtricitabina e tenofovir disoproxil, ha da poco ottenuto la rimborsabilità. Lo ha stabilito l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) su richiesta di Mylan Pharmaceuticals Limited. Se ne è parlato in occasione della conferenza stampa indetta dal gruppo Viatris, di cui Mylan fa parte, dedicata ai temi della prevenzione della diffusione dell’infezione da Hiv. In questa occasione è intervenuto

Andrea Gori, membro del dipartimento di Malattie Infettive dell’ospedale Luigi Sacco,

professore all’università di Milano e presidente della sezione lombarda dell’Associazione

nazionale per la lotta contro l’Aids (Anlaids Onlus). 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Lutto per Prodi, morta la moglie Flavia Franzoni

Articolo successivo

PrEP Hiv, Marchini (Anlaids Onlus): “Sosteniamo ogni percorso che limiti diffusione virus”

0  0,00