Concerto di beneficenza per l’Emilia Romagna nella Basilica di Santa Maria in Ara Coeli sul Campidoglio

1 minuto di lettura

Giovedì 15 giugno alle 20,30 si terrà a Roma, nella meravigliosa Basilica di Santa Maria in Ara Coeli sul Campidoglio, il concerto di beneficenza per l’Emilia Romagna.

Occasione da non perdere anche dal punto di vista artistico, in quanto il concerto “Ein deutsches Requiem” di Johannes Brahms è raramente eseguito a Roma.  L’iniziativa è promossa dall’Associazione Corale La Fenice che vede coinvolti in questo ambizioso progetto ben 3 cori, il Coro La Fenice, il Coro Accademia Vocale Romana, ambedue diretti dal Maestro Lorenzo Macrì, il coro Koob, diretto dalla Maestra Francesca La Via, insieme all’Orchestra delle Cento Città e i solisti Sara Fiorentini (soprano) e Roberto Curione (baritono).

Il concerto verrà preceduto da un altro capolavoro: l’Adagietto della sinfonia n°5 di Mahler, che Luchino Visconti inserì nella colonna sonora del film “La morte a Venezia”.

Il concerto avrà luogo sotto la direzione del Maestro Lorenzo Macrì con un organico composto da 130 coristi, 2 solisti e 50 orchestrali.

L’evento sarà presentato e introdotto dalla Regista e Performer di Arte Contemporanea, Francesca Chialà, che stimolerà il pubblico dei partecipanti sull’importanza del dono e della solidarietà.

L’ingresso al concerto è a offerta libera.

In seguito all’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio una considerevole parte della Emilia Romagna, durante il concerto verranno raccolti fondi a sostegno della campagna corale di solidarietà per l’Emilia-Romagna, organizzata dall’Aerco, Associazione Emilia Romagna Cori (www.aerco.it) .

Una parte dei contributi raccolti durante la serata saranno destinati anche alla casa-famiglia “Il Carro” (www.ilcarro.org) che accoglie ragazzi con disabilità intellettive, al fine di accompagnarli nella vita dando loro il sostegno necessario.

Il concerto verrà eseguito nella Basilica di Santa Maria dell’Aracoeli, con la collaborazione del Centro Culturale Aracoeli dei Frati Minori che amministra la Chiesa e che lo ha inserito in un più ampio programma musicale per ricordare l’VIII Centenario del Natale di Greccio e l’approvazione della Regola di S. Francesco, eventi che preludono alle celebrazioni per il Centenario della morte di San Francesco.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Intersec successfully deploys Croatia’s new national public warning system

Articolo successivo

Riforma Giustizia, Nordio: “Magistrati non possono criticare leggi”

0  0,00