Schneider Electric apre le porte della Sustainability School

3 minuti di lettura

(Adnkronos) – • Un programma in tre parti, sviluppato inizialmente per i dipendenti di Schneider Electric, oggi è disponibile gratuitamente per le aziende di tutto il mondo 

• Chi si iscrive acquisisce conoscenze utili per proteggere il futuro della sua impresa e accelerare il percorso di decarbonizzazione 

Stezzano (BG), 16 giugno 2023 – Schneider Electric, leader nella trasformazione digitale della gestione dell’energia e dell’automazione, ha annunciato che sono aperte le iscrizioni alla
Schneider Electric Sustainability School. Questa piattaforma digitale ad accesso libero offre una serie di corsi interattivi pensati per dare ad aziende e professionisti le conoscenze e abilità pratiche necessarie a migliorare le performance di sostenibilità.  

L’iniziativa è stata lanciata dapprima internamente, per formare i dipendenti Schneider Electric così che potessero sostenere al meglio l’ecosistema di partner dell’azienda nel loro percorso di decarbonizzazione. Oggi il programma, diviso in tre parti, è disponibile per professionisti e aziende di ogni dimensione con l’obiettivo di dare loro gli strumenti necessari a fare i primi passi verso un futuro più sostenibile.  

Decarbonizzare l’economia è un’opportunità di business
 

Dagli accordi di Parigi del 2015 è partita la spinta a ridurre o eliminare le emissioni di anidride carbonica in tutte le economie. Secondo una recente indagine di Gartner, l’87% delle figure di vertice nelle aziende pensa chenei prossimi due anni aumenterà la spesa legata alla sostenibilità.  

Nonostante questo crescente impegno, il gap di competenze e di conoscenze crea una barriera, e le aziende fanno sempre più affidamento su partner esperti nel campo della sostenibilità per farsi aiutare a decarbonizzare la loro operatività.  

Schneider Electric è una Impact Company che mette la sostenibilità al centro del suo business, per produrre un impatto positivo e duraturo sul pianeta e sulla società. La Sustainability School, che focalizza il programma formativo sull’innovazione nell’energia (“Elettricità 4.0”), rafforza l’impegno di Schneider nel sostenere i partner che vogliono accelerare la loro azione per il clima, basandosi su tre pilastri: strategia, digitalizzazione, e decarbonizzazione.  

Le piccole e medie imprese spesso non hanno le competenze e gli strumenti necessari per stabilire i loro obiettivi climatici, misurare l’impatto in termini di emissioni, confrontarsi con il mercato e rendere pubblici i progressi fatti sul percorso di decarbonizzazione. La piattaforma di formazione è progettata proprio per affrontare queste esigenze e – in tre diverse sezioni – copre una gamma di argomenti che va dall’efficienza energetica alle energie rinnovabili, passando per l’economia circolare e la sostenibilità nel settore dei trasporti e altro ancora.  

Attualmente la piattaforma è in lingua inglese e sono previsti i seguenti contenuti, che saranno via via disponibili. 

1)
Understanding sustainability and the risk involved (iscrizioni aperte) – In questo primo capitolo si apprendono i concetti base della sostenibilità, inclusi gli elementi scientifici, il gergo di settore e si impara perché per le imprese è cruciale prendere sul serio i fattori ambientali, sociali e di governance (ESG). 

2)
Discover how to take sustainable action as a company(lancio previsto nel corso del terzo trimestre dell’anno) – In questo secondo capitolo ci si focalizza su come le PMI possono creare una strategia di decarbonizzazione, con informazioni su strumenti di facile implementazione che possono aiutare a ridurre le emissioni della propria attività e quelle dei loro clienti.  

3)
Leverage sustainable skills to increase business opportunities (lancio previsto nel primo trimestre del 2024) – La terza parte ripercorre le principali conoscenze e strumenti acquisiti nel programma – dall’efficienza energetica alla decarbonizzazione – per aiutare i partecipanti al corso a passare dalla teoria alla pratica.  

“Questa Sustainability School pensata per tutti i nostri partner è un’altra grande iniziativa che mettiamo in campo per dimostrare che le aziende possono fare business in un modo più sano per il pianeta e facendolo possono migliorare in modo significativo i loro risultati” ha commentato Sorouch Kheradmand, Head of Partner Sustainability, Schneider Electric. “Siamo orgogliosi di lanciare questi nuovi corsi online, che abbiamo pensato per educare e per ispirare individui e organizzazioni ad adottare pratiche sostenibili. La sostenibilità è il cuore del nostro business e crediamo che per il cambiamento e per un futuro che la realizzi sia fondamentale la formazione”.  

Per iniziare andando a questo indirizzo web ci si può registrare alla Schneider Electric Sustainability School.  

Chi è Schneider Electric
 

L’obiettivo di Schneider Electric è consentire a tutti di utilizzare al meglio l’energia e le risorse, coniugando progresso e sostenibilità. Questo è ciò che definiamo, Life Is On. La nostra missione è essere il Partner digitale per la sostenibilità e l’efficienza. Guidiamo la trasformazione digitale integrando le migliori tecnologie mondiali per la gestione dei processi e dell’energia, prodotti connessi dal campo al cloud, soluzioni di controllo, software e servizi per tutto il ciclo di vita; in questo modo, rendiamo possibile la gestione integrata di case, edifici, data center, infrastrutture, industrie. Siamo la più locale delle aziende globali. Promuoviamo l’adozione di standard aperti e la creazione di ecosistemi di partnership che condividano con noi uno scopo significativo e i nostri valori di inclusione e di responsabilizzazione delle persone. www.se.com/it
 

Contatti Stampa
 

Prima Pagina Comunicazione 

Caterina Ferrara, Cristiana Stradella 

caterina@primapagina.it; cristiana@primapagina.it
 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Moro, ‘Format che offre rapporto qualità prezzo accessibile a tutti”

Articolo successivo

Epilessie rare, patologie neurologiche croniche ad alto impatto sociale: servono reti di assistenza e accesso ai farmaci specifici per migliorare la vita dei pazienti

0  0,00