Epatite C, Gentile (AOU Federico II): “Possibile bloccare la malattia se individuati pazienti positivi quando asintomatici”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Principali fattori di rischio dell’infezione da Epatite C e diagnosi della patologia, ne parla Ivan Gentile, Azienda Ospedaliero-Universitaria, Università degli Studi “Federico II” di Napoli, a margine del congresso “New horizons in hcv: completing the elimination path” organizzato a Milano martedì 16 maggio da Ecmclub Srl con il contributo non condizionante di AbbVie. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pompei (Deloitte): “Programma Dual Career sostiene crescita studenti-atleti”

Articolo successivo

Calcio: Siviglia. Stampa, Sergio Ramos pronto a tornare

0  0,00