/

Il John Fante Festival 2023 raddoppia per la sua XVIII edizione

5 minuti di lettura

Torna il JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre”, diretto da Giovanna Di Lello e giunto alla sua XVIII edizione XVIII edizione. La manifestazione, fin dalla prima edizione, è organizzata dal Comune di Torricella Peligna per ricordare e omaggiare lo scrittore americano John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese.

Per celebrare i 40 anni dalla morte dello scrittore quest’anno il Festival raddoppia il suo appuntamento e si svolge in due diversi momenti, dal 28 al 30 luglio e dal 19 al 20 agosto 2023.

Tra gli ospiti del Festival: Victoria Fante, lo scrittore Premio Strega Edoardo Albinati, la scrittrice Lisa Ginzburg, la giornalista e scrittrice Tiziana Lo Porto, lo scrittore finalista al Premio Strega 2023 Gian Marco Griffi, la scrittrice americana di origine giamaicana Charmaine Wilkerson, il giornalista Tommaso Labate, la scrittrice Giulia Alberico, l’attrice e scrittrice Daniela Poggi, il responsabile RAI per le produzioni italiane e Internazionali e scrittore Michele Zatta, l’attore Vincenzo Ferrera, il giornalista Fabrizio Gatti e il gruppo musicale Management.

Durante il Festival saranno organizzati due laboratori di scrittura: il corso di scrittura dellaScuola Holden “Fame di polvere” con Alessio Romano (dal 27 al 30 luglio) e il corso di scrittura “La Palestra di Scrittura Poetica” a cura di Vincenzo Costantino Cinasky (19 e 20 agosto).

La prima parte del Festival si apre venerdì 28 luglio alle ore 10:30 in Mediateca con l’inaugurazione della mostra “L’Opera di John Fante”, collage di Eliseo Parisse, con la lettura del racconto di Jim Fante “40 Years Ago”. Segue alle ore 11:00 l’incontro con Emanuele Pettener, autore del saggio “Nel nome del padre, del figlio e dell’umorismo” (Oligo, 2023), e Joshua Peralta, autore della ricerca “The Birth of Arturo Bandini: John Fante’s Real Road to Los Angeles” e della raccolta di poesie e racconti “3rd & Orange” (ZQ-287 Press), in dialogo con la direttrice Festival Giovanna Di Lello e Matteo Cacco(Università di Colonia).
In Pineta comunale alle ore 16.30 l’incontro con Michela Monferrini autrice del saggio “Dalla parte di Alba” (Ponte alle Grazie, 2023) in dialogo con la giornalista Maria Rosaria La Morgia; alle ore 17.30 la presentazione della raccolta di poesie della giornalista e scrittrice Tiziana Lo Porto “La ragazza che va in sposa” (Sartoria Utopia, 2023), insieme allo psichiatra e psicoanalista Antonio Buonanno; alle ore 18.30 lo scrittore Gian Marco Griffi, presenta il suo romanzo finalista al Premio Strega 2023 “Ferrovie del Messico” (Laurana editore, 2022) con lo scrittore Alessio Romano, introduce Maria Ida Gaeta, Presidente Giuria tecnica Premio John Fante Festival Opera Prima. Letture a cura di Roberto Gasco.
Alle ore 21.30 in Piazza Unità d’Italia concerto di Domenico Imperato “Sentimentale Tour 2023”, con Marco Bassi al pianoforte e alle tastiere e Flavia Massimo al violoncello.

La seconda giornata di sabato 29 luglio si apre alle ore 11 in Mediateca con la tavola rotonda che vede protagonista Giuseppe Sommario, curatore del volume “Scoprirsi italiani. I viaggi delle radici in Italia” (Rubbettino, 2023), Morena La Barba, curatrice della ricerca I pubblici cinematografici dell’emigrazione italiana nel mondo, in “Schermi. Storie e culture del cinema e dei media in Italia” (V. 6, N. 12, 2022), Umberto Mucci, direttore della rivista “We The Italians. Two flags one heart”. Moderano Giovanna Di Lello e Matteo Cacco. A seguire la presentazione del Premio per racconti inediti “Italia Radici nel Mondo”, ideato da Giovanna Di Lello e Giuseppe Sommario. In Pineta comunale alle ore 16:00la giornalista Alessandra Renzetti presenta “Una settimana in Abruzzo” di Ugo Ojetti (Ianieri, 2023), volume della Collana “Comete Scie d’Abruzzo” diretta da Peppe Millanta.

Alle ore 21:30 in Piazza Unità d’Italia si terrà la cerimonia di premiazione del Premio John Fante alla carriera Vini Contesa 2023 che per questa edizione va alla scrittrice libica Najwa Bin Shatwan. Intervengono la professoressa di lingua e letteratura Araba dell’Università G. d’Annunzio Elvira Diana e la traduttrice e arabista Federica Pistono, presenta il giornalista Stanislao Liberatore.
La vincitrice è stata decretata dalla giuria tecnica composta da membri di L&GEND, gruppo di ricerca dell’Università G. d’Annunzio Pescara/Chieti, con la seguente motivazione: “Per aver diffuso, attraverso le sue opere, una letteratura che ha affrontato temi universali quali le discriminazioni razziali e di genere, ricorrendo a un linguaggio ora altamente simbolico ora diretto. I personaggi dei romanzi, racconti e opere teatrali di Najwa Bin Shatwan, uomini e donne, pur muovendosi in contesti diversi, si fanno interpreti di quell’anelito universale che è il desiderio di libertà e di uguaglianza”.

La terza giornata di domenica 30 luglio si apre con la Passeggiata Fantiana sulle tracce di Nick e John con maratona di lettura dalle ore 9:00 alle ore 11:00, appuntamento in Piazza Unità d’Italia. In Piazza Unità d’Italia alle ore 21:30 Michele Zatta, autore del romanzo “Forse un altro” (Arkadia, 2022), dialoga con il giornalista Maurizio Di Fazio. Partecipa l’attore della serie televisiva di successo “Mare Fuori” Vincenzo Ferrera.

La seconda parte del Festival si apre sabato 19 agosto alle ore 11.00 in Mediateca con la presentazione della ristampa del volume “Juvanum” di Alessandro Madonna (Riccardo Condò Editore, 2023), partecipano la curatrice del volume Rosina Quaranta, l’editore Riccardo Condò, la nipote dell’autore Maria Luisa Madonna e lo storico d’arte e accademico dei Lincei Marcello Fagiolo.
In Pineta comunale alle ore 16.30 un saluto di Victoria Fante Cohen per celebrare i 40 anni dalla morte del padre John Fante, a seguire l’incontro con Giulia Alberico autrice del romanzo “I libri sono timidi” (nuova edizione ampliata e aggiornata, Galaad Edizioni, 2023), in dialogo con il giornalista Lucio Biancatelli. Alle ore 17:30 Fabrizio Gatti, autore del romanzo “Nato sul confine” (Rizzoli, 2023), dialoga con il parlamentare Michele Fina. Alle ore 18:30 la scrittrice caraibico-americana Charmaine Wilkerson, autrice del romanzo “Dolce Nero” (Sperling & Kupfer, 2022), dialoga con Vincenzo Maggitti.
In Piazza Unità d’Italia alle ore 21:30 si terrà la proiezione del documentario “You Never Had it: An Evening with Bukowski” di Matteo Borgardt, sarà presente la giornalista Silvia Bizio, autrice dell’intervista a Charles Bukowski e produttrice del film. Partecipano la figlia di John Fante, Victoria Fante Cohen, la direttrice Festival Giovanna Di Lello e Matteo Cacco (Università di Colonia). A seguire il concerto in acustico “Iperfelice Tour” del gruppo musicale Management.

La seconda giornata di domenica 20 agosto si apre alle ore 16:30 in Pineta comunale con l’incontro con Francesca Romana Mormile autrice del romanzo “Mare Loro” (Nutrimenti, 2020), in dialogo con lo scrittore e critico letterario Luigi Galella e la giornalista Radio Rai Roberta Sibona. A seguire alle ore 17:30 l’incontro con Daniela Poggi, autrice del romanzo “Ricordami!” (La Vita Felice Editore, 2021), in dialogo con Simone D’Alessandro (Università G. d’Annunzio). Alle ore 18:30 l’incontro con il produttore Roberto Bessi, partecipano il regista Stefano Odoardi, Matteo Cacco e Giovanna Di Lello.
Quest’anno, in via del tutto sperimentale, nasce il Premio John Fante Opera Prima Cinema, in collaborazione con la casa di produzione Superotto Film Production. La giuria, composta dal regista Stefano Odoardi, il produttore Roberto Bessi, l’attrice e scrittrice Daniela Poggi, lo studioso di cinema Matteo Cacco e la direttrice del John Fante Festival Giovanna Di Lello, selezioneranno un romanzo d’esordio opzionabile per il grande schermo. Alle ore 21:30 in Piazza Unità d’Italia l’annuncio dell’opera vincitrice da parte dei giurati.

A seguire la presentazione dei libri finalisti del Premio John Fante Opera Prima 2023 e la premiazione del libro vincitore. I tre romanzi finalisti di questa edizione selezionati dalla giuria tecnica del Premio – presieduta da Maria Ida Gaeta e composta da Mario Cimini, Masolino D’Amico, Claudia Durastanti, Maria Rosaria La Morgia, Nadia Terranova – sono: “La materia alternativa” di Laura Marzi (Mondadori), “Divorzio di velluto” di Jana Karšaiová (Feltrinelli), “La Fuga di Anna” di Mattia Corrente (Sellerio). Menzione Speciale della giuria tecnica al libro vincitore del Premio Strega 2023 “Come d’aria” di Ada D’Adamo (Elliot Edizioni). Conduce la serata il giornalista Carlo Paris, letture a cura di Susanna Costaglione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, da Usa nuovo pacchetto di aiuti militari da 400 milioni

Articolo successivo

BENY’s 1500V DC Power Transmission Empowers World’s Largest Solar PV Power Station

0  0,00