Mutuo variabile, “fino a 4mila euro in più rispetto al 2021”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Rispetto a giugno i tassi di interesse hanno subito una ulteriore crescita, al punto che oggi per i mutui a tasso variabile il Taeg medio si attesta attorno a 4,8%. Lo afferma Assoutenti, commentando le rilevazioni di Bankitalia secondo cui a giugno i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni si sono collocati al 4,65%. “Dopo l’aumento dei tassi di un quarto di punto disposto dalla Bce lo scorso 27 luglio, i costi dei mutui hanno subito un ulteriore scossone, al punto che oggi il Taeg medio per un mutuo a tasso variabile di 125mila euro a 25 anni si attesta ad una media del 4,8%, ma può arrivare in alcuni casi al 7,89%”, spiega il presidente Furio Truzzi. “Oggi infatti l’Euribor a tre mesi, indice di riferimento dei mutui a tasso variabile, è pari al 3.76%, contro il 3.49% dell’8 giugno scorso, mentre quello a un mese si attesta al 3.61% contro il 3.26% di due mesi fa”. 

“Una crescita continua dei tassi che si riflette in modo diretto sulle tasche dei consumatori che hanno acceso un mutuo: rispetto al 2021, per la fascia media di finanziamento a tasso variabile di importo compreso tra i 125mila e i 150mila euro, per una durata di 25 anni, la rata mensile risulta oggi più cara tra i 255 e i 340 euro, pari ad una maggiore spesa annua tra i +3.060 e +4.080 euro a famiglia”, sottolinea Truzzi.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

A giugno prestiti in calo, salgono i tassi sui mutui

Articolo successivo

Calenda “Sul salario minimo la politica si misuri con la realtà”

0  0,00