Mostra cinema Venezia, è il giorno dei Leoni: oggi le premiazioni

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – Oggi alla 80/a Mostra del Cinema di Venezia è il giorno delle premiazioni. Questa sera, dalle ote 19, nel corso della cerimonia di chiusura, condotta dalla madrina del festival Caterina Murino, la giuria composta da Damien Chazelle (presidente), Saleh Bakri, Jane Campion, Mia Hansen-Løve, Gabriele Mainetti, Martin McDonagh, Santiago Mitre, Laura Poitras, Shu Qi, assegnerà ai lungometraggi in Concorso i seguenti premi ufficiali: Leone d’Oro per il miglior film, Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria, Leone d’Argento – Premio per la migliore regia, le Coppe Volpi per le migliori interpretazione maschili e femminili, il Premio Speciale della Giuria, il Premio per la migliore sceneggiatura e il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente. 

La premiazione dei titoli in Concorso sarà preceduta dall’assegnazione dei riconoscimenti ai film in gara della sezione Orizzonti, dedicata ai film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive. La giuria, composta da Jonas Carpignano (presidente), Kaouther Ben Hania, Kahlil Joseph, Jean-Paul Salomé, e Tricia Tuttle attribuirà i seguenti premi: Premio Orizzonti per il miglior film, Premio Orizzonti per la migliore regia, Premio Speciale della Giuria Orizzonti, Premio Orizzonti per la miglior interpretazione femminile, Premio Orizzonti per la migliore interpretazione maschile, Premio Orizzonti per la miglior sceneggiatura, Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio. 

Sarà poi assegnato il Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”, la cui giuria, composta da Alice Diop (presidentessa), Faouzi Bensaïdi, Laura Citarella, Andrea De Sica e Chloe Domont, conferirà, senza possibilità di ex aequo, tra tutte le opere prime di lungometraggio presenti nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele), il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima ‘Luigi De Laurentiis’, e un premio di 100.000 dollari, messo a disposizione da Filmauro, che sarà suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore. 

La serata di chiusura sarà trasmessa in diretta su Rai Movie a partire dalle 18:45 di oggi. Dopo la cerimonia di chiusura sarà proiettato il film fuori concorso “La sociedad de la nieve” di Juan Antonio Bayona, che racconta un disastro aereo avvenuto sulle Ande nel 1972. 

Film in gara Venezia 80: 

Adagio, regia di Stefano Sollima (Italia) 

Aku wa sonzai shinai, regia di Ryūsuke Hamaguchi (Giappone) 

Bastarden, regia di Nikolaj Arcel (Danimarca, Germania, Svezia) 

La Bête, regia di Bertrand Bonello (Francia, Canada) 

Comandante, regia di Edoardo De Angelis (Italia) – film d’apertura 

El Conde, regia di Pablo Larraín (Cile) 

Dogman, regia di Luc Besson (Francia) 

Enea, regia di Pietro Castellitto (Italia) 

Ferrari, regia di Michael Mann (Stati Uniti d’America, Italia) 

Finalmente l’alba, regia di Saverio Costanzo (Italia) 

Holly, regia di Fien Troch (Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo, Francia) 

Hors-Saison, regia di Stéphane Brizé (Francia) 

Io capitano, regia di Matteo Garrone (Italia, Francia) 

Kobieta z…, regia di Małgorzata Szumowska e Michał Englert (Polonia, Svezia) 

Lubo, regia di Giorgio Diritti (Italia, Svizzera) 

Maestro, regia di Bradley Cooper (Stati Uniti d’America) 

Memory, regia di Michel Franco (Messico, Stati Uniti d’America) 

Origin, regia di Ava DuVernay (Stati Uniti d’America) 

The Killer, regia di David Fincher (Stati Uniti d’America) 

Povere creature! (Poor Things), regia di Yorgos Lanthimos (Irlanda) 

Priscilla, regia di Sofia Coppola (Stati Uniti d’America, Italia) 

Die Theorie von Allem, regia di Timm Kröger (Germania, Austria, Svizzera) 

Zielona granica, regia di Agnieszka Holland (Polonia, Francia, Repubblica Ceca, Belgio) 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Mondiali 2026. Cinquina Brasile, Uruguay batte Cile

Articolo successivo

Baby gang: perché è giusto arrestare un 14enne

0  0,00