/

Storie Parallele film festival: combattere l’isolamento delle aree interne attraverso la cultura e l’arte

2 minuti di lettura

Dal 22 al 24 settembre 2023 torna a Salandra (Matera) Storie Parallele film festival dedicato al cinema documentario con l’intento di combattere l’isolamento delle aree interne attraverso la cultura e l’arte.

Il tema di questa edizione sarà #Contaminarsi non più inteso nella sua accezione negativa legata al nostro passato prossimo, ma col significato di mischiarsi con l’arte, la cultura, la musica, il teatro e il cinema, lasciarsi toccare, fondersi per rinvigorirsi. La scelta di usare la forma riflessiva del verbo non è casuale, implica uno scambio, un bonario do ut des, con un valevole secondo fine: conoscersi.

Ad aprire il festival, nella Sala Grande situata in Piazza Marconi, nel cuore del centro storico, sarà l’attore Stefano Fresi, volto noto e ospite d’onore della prima giornata, che si racconterà in un talk dal titolo: Confessioni di un eclettico. #Contaminarsi con musica, cinema e teatro.

Ci saranno tre Main Event, uno per ogni giornata. Il primo, in programma per venerdì 22 settembre dal titolo Connecting Village | Installazione artistica (Piazza San Rocco ore 23,00), prosieguo dell’omonimo progetto di residenza artistica (attuata nel 2022) per la valorizzazione delle aree meno conosciute dell’entroterra lucano, con l’obiettivo di costruire una rete tra i paesi e incoraggiare la cooperazione, promuovere le tradizioni e il territorio per creare percorsi e nuovi spunti. Comprenderà un sentito omaggio a Rocco Scotellaro nell’anno del centenario della nascita.

 

Sabato 23 settembre lo Sleep Concert nei Calanchi (Arena dei Calanchi – ore 23,00) che per il terzo anno consecutivo metterà in scena una sintesi tra musica, cinema, poesia unite per dar vita alla sonorizzazione su immagini, format principale dell’evento che in questa edizione vedrà la straordinaria partecipazione del cantautore e polistrumentista Francesco Motta. A seguire per la prima volta presso l’Arena dei Calanchi si ballerà al chiaro di luna con un dj set con special guest Victor Kwality.

E ancora, domenica 24 settembre, il Cammino dei Calanchi, un teatro itinerante che attraverso un percorso lento, arricchito da scenografie naturali, condurrà il pubblico fuori dal centro abitato accompagnato dagli attori che in questa edizione porteranno in scena lo spettacolo dal titolo C’era una volta la Rivoluzione (partenza da Piazza San Rocco – ore 16,00).

Nella scelta delle proiezioni che trasformeranno la piazza del centro storico in una sala cinema en plein air, centrale il tema della contaminazione. Tra le proiezioni evento fuori concorso sono da segnalare i lungometraggi: Il mondo è troppo per me. La storia di Vittorio Camardese di Vania Cauzillo (22 settembre – ore 20,00 Piazza Marconi), Noi ce la siamo cavata di Giuseppe Marco Albano (23 settembre – ore 19,00 Piazza Marconi), Lucus a Lucendo. A proposito di Carlo Levi di Alessandra Lancellotti e Enrico Masi (24 settembre – ore 21,00 Arena dei Calanchi) a cui si aggiunge il cortometraggio Super Jesus di Vito Palumbo (22 settembre – ore 21,00 Piazza Marconi).

Tra le numerose opere inviate da tutto il mondo sono stati selezionati per la VI edizione 8 short doc che saranno premiati dalla Giuria ufficiale composta dal presidente Andrea Di Consoli (giornalista, autore e sceneggiatore), Alessandra Lancellotti (regista) e Angelo Troiano (produttore cinematografico), a cui si aggiunge il premio speciale della Giuria Popolare.

Di seguito i titoli degli 8 short doc finalisti in ordine di proiezione:

 (22 settembre dalle ore 21,30 – Piazza Marconi)

  • Comunisti di Davide Crudetti – Italy – 20 min
  • Neighbour Abdi di Douwe Dijkstra – Holland – 28 min
  • L’ultimo giorno d’inverno di Renata La Serra – Italy – 18 min

(23 settembre dalle ore 17,00 – Piazza Marconi)

  • Il posto del padre di Francesco D’Ascenzo – Italy – 20 min
  • Guardiano del faro di Lorenzo Ferrò – Italy – 14 min
  • A stone place di James Skerritt – Ireland – 9 min
  • Paris May 1st 2002 di Benjamin Poumey – Switzerland – 6 min
  • Anaklia di Elisa Baccolo – Italy – 6 min

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

COP28 President-Designate to UN Climate Ambition Summit: “We are not powerless” to overcome the climate crisis and urges world to “Get after Gigatons”

Articolo successivo

Migranti, Meloni a Guterres: “Serve impegno maggiore per Africa”

0  0,00