F1 Gp Giappone, Verstappen trionfa con Red Bull e Ferrari fuori da podio

2 minuti di lettura

(Adnkronos) –
Max Verstappen, con la Red Bull, vince il Gp del Giappone 2023 oggi – domenica 24 settembre 2023 – a Suzuka. Le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz chiudono al quarto e al sesto posto nella gara che il pilota olandese, campione del mondo e leader del Mondiale, domina davanti alle McLaren del britannico Lando Norris e dell’australiano Oscar Piastri. 

Verstappen, al 13esimo successo stagionale e 48esimo della carriera, scatta dalla pole position dominando la gara dal primo all’ultimo dei 53 giri. Le Ferrari, scattate dalla quarta e sesta posizione, chiudono nelle stesse posizioni di partenza. 

Giro 1 – Verstappen scatta dalla pole position e mantiene la prima posizione davanti alle McLaren di Norris e Piastri. Ferrari quarta e quinta. 

Giro 1 – Safety car subito in pista per la presenza di detriti dopo alcuni contatti al via. 

Giro 5 – La safety car esce di scena, si fa sul serio e Verstappen prova a prendere il largo. 

Giro 11 – La Red Bull del campione del mondo allunga, con quasi 4” di vantaggio su Piastri. 

Giro 14 – Piastri si ferma ai box inaugurando la serie di pit-stop per i primi della fila. 

Giro 15 – Verstappen prosegue la marcia trionfale, il vantaggio su Norris è di 9”. 

Giro 17 – Verstappen archivia la pratica del cambio gomme riprendendosi la prima posizione. Al secondo posto c’è la Mercedes di Russell, che ritarda la sosta. 

Giro 19 – Pit-stop senza problemi per le Ferrari di Leclerc e Sainz. 

Giro 20 – A vivacizzare la situazione provvedono le McLaren. Norris è davanti a Piastri, che prova a riprendersi la posizione. 

Giro 22 – Piastri si avvicina alla Mercedes di Russell, unico big che non si è ancora fermato ai box. 

Giro 25 – La Mercedes rientra ai box e monta gomme dure nella strategia che prevede una sola sosta. 

Giro 27 – Norris attacca e supera Piastri nel duello McLaren per la seconda posizione, ad anni luce da Verstappen. 

Giro 29 – La Red Bull comanda il Gp con 14” di vantaggio. 

Giro 32 – Le Ferrari sono al quarto e quinto posto con distacchi abissali dal leader: Leclerc è a circa 25”, Sainz quasi a 28”. 

Giro 36 – Le McLaren archiviano la seconda sosta mantenendo le posizioni davanti alla Ferrari di Leclerc. 

Giro 38 – Verstappen effettua la seconda sosta ai box senza alcun problema e si avvia ad affrontare l’ultima porzione di gara. 

Giro 42 – Piastri attacca Russell, la McLaren supera la Mercedes e si riprende la seconda posizione a poco più di 10 giri dalla bandiera a scacchi. 

Giro 45 – L’ultima parte di gara è vivacizzata dal tentativo di Russell di mantenere una posizione di vertice nonostante le gomme ‘finite’. 

Giro 48 – Le prime 3 posizioni sono blindate, si combatte per i punti ai piedi del podio. 

Giro 51 – Le posizioni appaiono definite, tutti in fila verso il traguardo. 

Giro 53 – Verstappen conclude la passeggiata e trionfa. Ferrari giù dal podio. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Manovra, da caro-energia a Nadef: settimana calda per governo

Articolo successivo

Extraprofitti banche, la tassa cambia

0  0,00