Upe4Inclusion: Cerimonia di premiazione del progetto umanitario per l’inclusione della popolazione ucraina, prevista per il 4 ottobre

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – 2 ottobre 2023. Upe4Inclusion (Ukrainian People Empowerment for Inclusion) è il progetto umanitario che ha avuto come obiettivo l’inclusione della popolazione ucraina nel contesto italiano, dopo lo scoppio del conflitto Russo-Ucraino, ed è stato promosso rispettivamente dalle associazioni: A.N.A.S Lazio APS (Associazione Nazionale di Azione Sociale), Solco s.r.l. e Donne for Peace (Ente del Terzo Settore).A più di un anno dalla sua nascita, giunge al termine: il 4 ottobre 2023,si celebrerà la conclusione di quest’ambizioso progetto con una cerimonia di premiazione. L’imminente evento avrà luogo a Roma, presso la Sala Consiliare del Municipio IX, sito in Largo Peter Benenson s.n.c. Presenzieranno illustri ospiti, molti dei quali, sin dall’inizio, hanno preso parte a quest’importante progetto. Tra i tanti, occorre senz’altro menzionare: Titti Di Salvo (presidente del Municipio IX), Luisa Laurelli, assessore alle Politiche Sociali del Municipio IX, Paola Vaccari, presidente della Commissione Pari Opportunità, Patrizia De Vivo, (presidente della Commissione per le Politiche Sociali, Maria Lufrano, presidente dell’A.N.A.S. (Associazione Nazionale di Azione Sociale A.P.S.), Salvo Messina, presidente di Solco s.r.l., e infine, Volha Marozava, presidente Donne for Peace ETS. Lisa Di Giovanni, giornalista e responsabile dell’ufficio stampa del progetto Upe4Inclusion, modererà l’evento, coadiuvata da Tetyana Chuchyna, responsabile dei rapporti istituzionali del progetto. Il direttore artistico di A.N.A.S. Lazio, Johnny Messana. Lo scopo della premiazione consisterà nella consegna ufficiale degli attestati di partecipazione del corso di lingua italiana B1, di cooking, di teatro e del laboratorio creativo. 

Il piano Upe4Inclusion si prefigge inoltre di eseguire un bilancio complessivo dei risultati conseguiti per le rifugiate ucraine che hanno frequentato con merito tutti i corsi. L’iniziativa è stata avviata ufficialmente il 6 luglio 2022 e promossa grazie all’azione congiunta dei suddetti agenti sociali, che sono riusciti a ottenere i finanziamenti previsti dai Fondi sociali europei della Programmazione 2014-2020 nell’ambito della: “Realizzazione di interventi e reti per la presa in carico e l’inclusione socio-lavorativa della popolazione ucraina sul territorio della Regione Lazio”.  

È stato indubbiamente un percorso lungo e impegnativo, ma che in un anno ha generato nuovi posti di lavoro, oltre a una certa visibilità e soprattutto integrazione, per le 80 cittadine ucraine afferenti al progetto. Queste donne non solo hanno riscontrato un considerevole miglioramento della propria posizione sociale, ma hanno potuto acquisire anche nuove skills per avviare nuovi mestieri e vivere avvincenti sfide professionali, in una grande capitale come Roma, estremamente ricca e diversificata.In conclusione, possiamo affermare che tutte queste profughe in fuga dalla guerra hanno acquisito una nuova consapevolezza, attraverso l’attività del counseling e la terapia psicologica, fondamentali per mettere se stesse al centro di tutto, cogliendo la vita nella sua essenza profonda. 

Contatti:  

https://www.peopleforinclusion.eu/al-via-il-sito-dedicato-al-progetto- upe4inclusion-ukrainian-people-empowerment-for-inclusion/
 

+39 328.0516397  

Numero verde: 800.62.99.89  

upe4inclusion@gmail.com
 

P.R.& Editoria 

di Lisa Di GiovanniUfficio Stampa e consulenza strategica  

Email: lisadg1975@libero.it
 

Cell.: 3497565981 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sud, utilizzare le risorse europee per uscire dalle difficoltà

Articolo successivo

Inzaghi “Benfica squadra intensa, servirà un’ottima Inter”

0  0,00