Omicidio Lula, svolta nelle indagini: si costituisce l’assassino di Nico Piras

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Si è costituito l’assassino del 42enne di Lula Nico Piras: è suo nipote Antonello. Nico era sotto processo per l’omicidio del fratello maggiore, padre del 21enne che lo ha freddato nella notte tra domenica e lunedì.  

È una lunga scia di sangue quella che lega i componenti della famiglia Piras. Nell’estate dell’86 Pietro Piras era stato giustiziato davanti agli occhi del figlio Angelo, che aveva solo 11 anni. A sua volta, nel 2015, anche Angelo era stato ucciso e per quel delitto era sotto processo il fratello Nico. Che ora è stato ucciso da Antonello, figlio del fratello.  

Secondo la ricostruzione dei carabinieri durante la domenica di festa per “Cortes apertas” a Lula Nico Piras avrebbe provocato il nipote 21enne. Dopo la sparatoria sono scattate subito le indagini e Antonello Piras si era reso irreperibile. Vicino al luogo dell’omicidio c’era anche il motorino che utilizzava lui e il cerchio era ormai chiuso. Nico Piras è morto all’ospedale di Nuoro e stanotte Antonello Piras accompagnato dai suoi legali si è costituito dai carabinieri della Compagnia di Bitti e, alla presenza del pm titolare del fascicolo, ha confessato l’omicidio dello zio.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nicola Pietrangeli ricoverato al Gemelli per un malore

Articolo successivo

Allarme sanità: cosa c’è dietro il caos delle liste d’attesa

0  0,00