Emofilia, ‘Articoliamo Talks’ oggi fa tappa ad Alessandria

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – Giunto al suo quarto anno, ‘Articoliamo Talks: Articolazioni? Trattiamole bene!’ oggi fa tappa nella città di Alessandria. L’ultimo, per il 2023, di una serie di incontri in tutta Italia che invitano le persone con emofilia a prendersi cura del proprio benessere articolare, perché ormai grazie alla giusta protezione i danni alle articolazioni possono essere evitati a beneficio di una vita libera e di qualità.  

L’emofilia è una rara patologia della coagulazione che, a causa di microsanguinamenti soprattutto a carico di ginocchia, caviglie e gomiti, può portare a problemi articolari e alla riduzione progressiva di mobilità. In Italia si contano oltre 5mila persone con emofilia, di cui oltre 200 in Piemonte. Attraverso una serie di strategie di prevenzione e protezione – la profilassi con fattore a emivita prolungata, lo screening articolare periodico e l’esercizio fisico regolare – è però possibile prendersi cura delle proprie articolazioni per ridurre il rischio di questi sanguinamenti e preservare quindi il benessere articolare.  

“Siamo orgogliosi che Alessandria ospiti Articoliamo Talks, preziosa occasione di incontro e confronto diretto tra i medici specialisti e le persone con emofilia, sul tema del benessere articolare e dell’importanza dell’attività fisica – afferma Elena Gaiani, presidente di Acep Onlus – Siamo consapevoli che solo attraverso l’informazione e la sensibilizzazione sia possibile sradicare un preconcetto ancora vivo nella comunità emofilica, che vede l’attività fisica come una pratica non adatta per la salute delle proprie articolazioni”. 

Durante l’incontro, aggiunge Gaiani, “ci sarà la possibilità di conoscere più da vicino il Nordic Walking e ascoltare le testimonianze di persone con emofilia che lo praticano da tempo e ne hanno riscontrato benefici tangibili, non solo a livello fisico, ma anche a livello sociale, con la creazione di una community affiatata. In un’epoca in cui le terapie consentono di svolgere una vita serena e ricca di esperienze, confidiamo in un sempre maggiore coinvolgimento delle associazioni in questo percorso di educazione e formazione”.  

I dati – riferisce una nota – dimostrano ormai che la profilassi con fattore di coagulazione a emivita prolungata, se fatta regolarmente e personalizzata per mantenere un adeguato livello di protezione anche quando si svolge attività fisica, riduce i sanguinamenti e mantiene in buone condizioni scheletro e muscoli. L’aderenza alla terapia, infatti, è fondamentale per preservare il benessere articolare in tutte le fasi della vita.  

“Articoliamo è ormai riconosciuto come un punto di riferimento sul tema del benessere articolare. A guidare il dibattito e il confronto con gli specialisti sono gli stessi pazienti, perché solo chi vive con l’emofilia può far emergere bisogni concreti e quotidiani così come storie di successo – sottolinea Annalisa Adani, VP & GM Sobi Italia, Grecia, Malta e Cipro – Il domani dell’emofilia si prospetta roseo, ma già oggi si può contare su opzioni terapeutiche che consentono di vivere davvero una vita piena, grazie a una corretta aderenza e protezione. Come Sobi non possiamo che essere orgogliosi di poter dare il nostro contributo a questa evoluzione”.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Gaza, arrivano primi aiuti. Oms: “Farmaci non bastano”

Articolo successivo

Herpes zoster, prospettive della prevenzione vaccinale in Lombardia

0  0,00