//

41. Torino Film Festival. La prima italiana di “MISS POLLY HAD A DOLLY”, corto prodotto totalmente con l’intelligenza artificiale

1 minuto di lettura

La prima italiana di “Miss Polly Had a Dolly”, il corto prodotto totalmente con l’intelligenza artificiale con la regia di Pietro Lafiandra, Flavio Pizzorno e Andrea Rossini, sarà proiettato in prima assoluta al 41. Torino Film Festival, nella sezione riservata al concorso italiano, nella giornata di lunedì 27 novembre, alle ore 17.15 al Cinema Romano 1, alla presenza dei registi.

Nel deserto di Sonora, in un bunker adibito alla conservazione criogenica dei corpi defunti di alcuni milionari, due guardiani e amanti discutono dello stato di uno dei cadaveri: il marito di lei. Le immagini del corpo congelato in attesa che la tecnologia possa riportarlo in vita e le voci disincarnate dei protagonisti, prodotte attraverso l’intelligenza artificiale, generano uno spazio fantasmatico, un limbo in cui umano e meccanico sembrano confondersi nello stesso flusso di coscienza.

Miss Polly Had a Dolly è stato interamente generato facendo ricorso all’intelligenza artificiale. Nessuna immagine è frutto di riprese o di tecniche di animazione tradizionali. Nessuna voce è stata registrata o campionata: la parodia vocale di Scarlett Johansson e Peter Weller è il risultato di una clonazione partorita da reti neurali. Gli algoritmi sono intervenuti anche in fase di sceneggiatura e nella produzione delle musiche.

“Il cortometraggio è il risultato del nostro dialogo con la macchina”, hanno dichiarato i registi.

Pietro Lafiandra è un dottore di ricerca in Film and Media Studies, collaboratore per la rivista di critica cinematografica FilmTv e frontman della band Limonov. Andrea Rossini è un videomaker, sound designer e synth player della band Limonov. Flavio Pizzorno è un hacker etico, regista di videoclip e AI Artist specializzato in algoritmi text to video.

Il film è prodotto da Anacardi Produzioni, le musiche originali sono a cura della band Limonov.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Coppa Davis azzurra dopo 47 anni, Sinner firma il trionfo dell’Italia

Articolo successivo

Work Together to Create Value for Customers

0  0,00