/

Il canto lirico italiano dichiarato patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’Unesco

1 minuto di lettura
Teatro Bellini Catania

Il Comitato per il Patrimonio immateriale dell’Unesco,  l’agenzia culturale delle Nazioni Unite, ha inserito il canto lirico italiano nella lista dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità.

Secondo la definizione approvata dall’Unesco «la pratica del canto lirico in Italia» include la musica, il canto, la recitazione e le scenografie tipiche dell’opera. La decisione è stata comunicata durante una riunione dei membri della Commissione Unesco tenutasi in Botswana, in Africa meridionale. Durante la stessa riunione altri due elementi che riguardano l’Italia sono stati iscritti nell’elenco di patrimoni culturali immateriali dell’umanità: l’irrigazione tradizionale e la transumanza stagionale del bestiame. A differenza del canto lirico, il cui riconoscimento riguarda solo l’Italia, negli altri due casi la pratica è condivisa con vari altri paesi.

L’opera in senso moderno nacque a Firenze alla fine del 16° secolo quando la cosiddetta Camerata de’Bardi, , un gruppo di poeti, musicisti e letterati che si riunivano in casa del conte Giovanni Bardi, cercò di far rivivere sotto nuove forme l’antica tragedia greca in cui poesia, musica, danza e azione scenica erano uniti in uno spettacolo vario e al tempo stesso unitario. L’idea era quella di creare una musica il più possibile aderente a un testo poetico (questo stile era infatti definito recitar cantando) e di mettere in risalto la voce solista in un canto monodico, opponendosi allo stile polifonico imperante a quel tempo.

“E’ un traguardo importantissimo – ha commentato Assolirica – conseguito dopo un lungo percorso avviato nel 2011 quando i cantanti lirici solisti si sono costituiti in un’associazione denominata Cantori Professionisti d’Italia con il fine di riunire la categoria e permettere un confronto professionale su un ampio ventaglio di problematiche, a partire dalla difesa e la diffusione del valore della musica e più specificatamente del teatro d’opera quale eccellenza e patrimonio della cultura della Repubblica Italiana“.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina-Russia, Biden invita Zelensky alla Casa Bianca

Articolo successivo

Keppel partners AM Green to explore biogenic carbon-based sustainable fuels opportunities in Asia and the Middle East

0  0,00