Cavo acciaio teso in strada a Milano, fermato complice: si cerca terza persona

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – E’ stato sottoposto a fermo dai carabinieri il presunto complice del 24enne arrestato per quanto accaduto in viale Toscana, a Milano nella notte tra il 3 e il 4 gennaio. Si tratta di un italiano di 18 anni che si è presentato nella notte in questura a Monza. Insieme ad altri due giovani, Alex Baiocco aveva teso “per gioco” un cavo d’acciaio a cavallo della carreggiata stradale. Intanto proseguono gli accertamenti dei carabinieri e le indagini per risalire all’identificazione di un terzo complice. 

Baiocco, che si è detto “pentito” durante l’interrogatorio nel carcere di San Vittore da parte del gip di Milano Domenico Santoro, è accusato di blocco stradale mentre blocco stradale: il giudice ha infatti convalidato il suo arresto solo per questa accusa e non per strage e attentato alla sicurezza dei trasporti.  

Mentre il 24enne stato arrestato la stessa notte, gli altri due giovani che erano con lui hanno fatto perdere le loro tracce.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tennis: Torneo Hong Kong. Vittoria Rublev, in finale battuto Ruusuvuori

Articolo successivo

Torino, neomamma salvata da trapianto: è stata senza fegato per 24 ore

0  0,00