Tumore al seno, Bianchini (San Raffaele): “Trastuzumab deruxtecan apre a nuovo metodo chemioterapico intelligente”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – “Trastuzumab deruxtecan permette di fare chemioterapia in un modo più intelligente rispetto a quanto abbiamo sempre fatto. Questo è la dimostrazione che la chemioterapia non è necessariamente una metodologia antiquata, essa può essere infatti estremamente nuova se la si sa fare in modo più intelligente”. Così Giampaolo Bianchini, professore e responsabile del Gruppo mammella dell’Irccs ospedale San Raffaele – università Vita-salute San Raffaele di Milano, a margine della conferenza stampa ‘Tumore al seno: le nuove frontiere del trattamento’, organizzata a Milano da AstraZeneca e Daiichi Sankyo. Al centro della conferenza, dedicata alla presentazione delle nuove prospettive per il trattamento del tumore al seno metastatico con bassi livelli di espressione del recettore Her2, l’anticorpo monoclonale farmaco coniugato trastuzumab deruxtecan, la cui rimborsabilità è stata approvata da Aifa anche per questo tipo di pazienti. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Chiara Ferragni, tra donazioni andate a buon fine, class action e timori per lavoratori Balocco

Articolo successivo

Tumore al seno, Vitali (Daiichi Sankyo): “Sinergia con Astrazeneca per accelerare sviluppo e distribuzione farmaco”

0  0,00