Milan-Atalanta, Gasperini contro l’arbitro: “Di Bello maleducato”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – L’Atalanta vince 2-1 in casa del Milan e si qualifica per le semifinali di Coppa Italia. Gian Piero Gasperini, allenatore dei nerazzurri, si gode la vittoria ma deve togliersi qualche sassolino dalla scarpa: l’arbitro Marco Di Bello ha espulso nel primo tempo per proteste. L’Atalanta ha reclamato un rigore nella prima frazione per una spinta su De Roon. “L’episodio per cui sono stato espulso? Ho da dire poco, mi sembra molto evidente. Il Var è un mezzo straordinario se usato bene, ma qui sta diventando una guerra tra varisti e arbitri. Non si capisce chi arbitra e questo è un problema grosso perché c’è una disparità di interventi, non c’è certezza. Lì ho chiesto di andare al Var”, dice Gasperini a Mediaset. 

“E poi devo dire che Di Bello è un gran maleducato, noi abbiamo una storia con lui e con Valeri che era al Var. Ma io a fine di ogni partita azzero e cancello tutto. Lui prima della partita mi è passato davanti e non mi ha neanche salutato. Non è obbligato ma è un maleducato. Voi se andate indietro negli anni con Valeri e Di Bello c’è una casistica enorme con l’Atalanta. Detto questo io azzero sempre e dalla prossima riparto da capo. E non ho mai detto di non far venire arbitri, per me ci possono arbitrare tutti”, aggiunge. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Corea del Nord, l’ordine di Kim Jong-un: “Prepariamoci per la guerra”

Articolo successivo

Lazio-Roma e Milan-Atalanta, arbitri e Var ancora nel mirino

0  0,00