Tumori, Ema avvia revisione su Car-T: “Rischio neoplasie secondarie”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – L’Agenzia europea del farmaco Ema annuncia l’avvio di una revisione sulla sicurezza delle Car-T anticancro, immunoterapie personalizzate basate sui linfociti T del paziente che vengono prelevati, riprogrammati per attaccare il tumore e quindi reinfusi. Il Comitato per la farmacovigilanza Prac dell’Ema, riunitosi dall’8 all’11 gennaio, ha deciso di riesaminare i 6 prodotti Car-T approvati nell’Unione europea, per il rischio di “tumori maligni secondari correlati alle cellule T, inclusi il linfoma e la leucemia a cellule T”. 

Il Prac, informa l’Ema, sta esaminando “tutte le evidenze disponibili, comprese le informazioni su 23 casi di vari tipi di linfoma o leucemia a cellule T segnalati su EudraVigilance, il database Ue degli effetti avversi dei farmaci”. In base ai risultati dell’analisi, il panel “deciderà sulla necessità di eventuali azioni normative”. (segue) 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

IA, De Felice al Ces di Las Vegas: “E’ iniziata l’era della human connection”

Articolo successivo

Calcio: Ranieri “Eriksson persona stupenda,Serie A un bene da difendere”

0  0,00