/

Filming Italy – Los Angeles: svelato il programma della nona edizione

5 minuti di lettura

Al via la nona edizione di Filming Italy – Los Angeles creato e diretto da Tiziana Rocca, Agnus Dei, in collaborazione con l’ Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles, che si terrà dal 26 al 29 febbraio 2024 a Los Angeles, in collaborazione con APA (Associazione Produttori Audiovisivi) e sotto gli auspici del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles.

Filming Italy – Los Angeles, oltre a promuovere l’Italia come set cinematografico e ponte tra la cultura italiana e americana, sostiene la crescita culturale italiana attraverso il suo cinema, l’internazionalizzazione dei prodotti dell’audiovisivo italiani. Inoltre supporta le relazioni interculturali tra i vari registi, produttori ed artisti.

Uno dei protagonisti di questa nuova edizione sarà Franco Nero. Al grandissimo attore, orgoglio del Cinema italiano nel mondo, verrà consegnato il Filming Italy Los Angeles Lifetime Achievement Award la sera del 29 febbraio. Per l’occasione, il Filming Italy proietterà una maratona di film a lui dedicati, come: Django di Sergio Corbucci del 1966; Il ritorno di Zanna Bianca di Luciano Fulci del 1974; Giorni felici di Simone Petralia del 1988; Il giorno della civetta di Damiano Damiani del 1968; Havana Kyrie di Paolo Consorti del 2019; Marcia trionfale di Marco Bellocchio del 1976; e Forever Blues diretto e interpretato da Nero nel 2005.

Altro attesissimo ospite è il regista Matteo Garrone. Dopo la vittoria del Leone d’Argento a Venezia, il suo film Io Capitano è candidato come miglior film internazionale agli Oscar 2024. Il 27 febbraio, in apertura del Festival e in occasione di una proiezione speciale del film, Garrone e il giovane protagonista della pellicola, Seydou Sarr, verranno premiati in occasione di una proiezione speciale del film rispettivamente con il Filming Italy Los Angeles Best Director Award e il Filming Italy Los Angeles Best Actor Award.

L’ambasciatrice del Festival sarà Ilenia Pastorelli, talentuosa interprete di pluripremiati film come Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti e Benedetta follia di Carlo Verdone.

Tra gli attesissimi ospiti di questa edizione: Marisa Tomei, che riceverà il Filming Italy Los Angeles Women Power Award; Benedetta Porcaroli che riceverà il Filming Italy Los Angeles Women Power Award per il suo ultimo film Enea; Riccardo Scamarcio che riceverà il Filming Italy Los Angeles International Award; Ginevra Elkann che riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Director Award per il suo film Te l’avevo detto; Giacomo Gianniotti che riceverà il Filming Italy Los Angeles International Award ; Ashley Greene che riceverà il Filming Italy Los Angeles Women Power Award; Danny Hustonche riceverà il Filming Italy Los Angeles International Award; i Manetti Bros. che riceveranno il Filming Italy Los Angeles Best Directors Award per il loro film Diabolik – Chi sei?; la nuova Miss Italia Francesca Bergesio che riceverà il Filming Italy Los Angeles Made in Italy Award . Inoltre, l’AD di RAI Cinema Paolo Del Brocco riceverà il Filming Italy Los Angeles Best Producer Award.

Numerosi anche i talenti coinvolti nelle masterclass, che saranno premiati e che parteciperanno ai panel, tra questi: Dante Ferretti; Kasia Smutniak; Claudia Gerini; Alessandro Siani; Ficarra e Picone; Alba Rohrwacher e Roberta Torre per il film Mi fanno male i capelli; Franco Nero; Matteo Garrone con Seydou Sarr e Moustapha Fall; Riccardo Milani, per supportare il docufilm Io, noi e Gaber; Massimiliano Bruno, per la serie TV Non ci resta che il crimine: La serie.

Tiziana Rocca, che è anche Direttore Artistico del Festival, ha dichiarato: “Sono molto felice di presentare la nona edizione del Filming Italy – Los Angeles , che si conferma un appuntamento molto importante per la valorizzazione del nostro cinema all’estero. Abbiamo inserito nel nostro programmaoltre 60 opere, tra film in anteprima assoluta, Classici restaurati, serie televisive, cortometraggi e docu-film italiani, molti dei quali ancora inediti in tutto il mondo. E grazie alla piattaforma digitale, che ormai da cinque anni ci supporta nell’esaltare le migliori tradizioni italiane, questi titoli saranno visibili in quasi tutti gli Stati americani e oltre. È un onore per me poter conferire il premio alla carriera a Franco Nero, uomo e attore che stimo immensamente e che ringrazio, ospitare artisti candidati agli Oscar come Matteo Garrone e Marisa Tomei, e portare anche negli Stati Uniti dei grandi talenti del tutto italiani, come Benedetta Porcaroli, Riccardo Scamarcio e la nostra ambasciatrice Ilenia Pastorelli.

Un pensiero particolare quest’anno sento di rivolgerlo alla grandissima amica del Festival, Sandra Milo, artista unica e indimenticabile, che ricorderemo con la proiezione del film restaurato L’ombrellone di Dino Risi.

Tra i nuovi premi che verranno assegnati in questa edizione: il premio ENIT- Viaggio in Italia, per la promozione del territorio, che sarà assegnato dal comitato di promozione del Festival al film che ha maggiormente rappresentato il territorio italiano; e il Premio Brunello Rondi , di cui nel 2024 ricorre il centenario della nascita, per omaggiare l’attività di questa straordinaria figura di intellettuale ed artista, noto soprattutto per la sua stretta collaborazione con Fellini.

Quest’anno Filming Italy – Los Angeles sarà completamente dal vivo, senza abbandonare la piattaforma digitale che nelle passate edizioni ha ottenuto più di 600.000 viewers. Nella piattaforma, creata per l’occasione da MyMovies, saranno presenti oltre 60 titoli che promuoveranno il cinema italiano, le serie TV, i grandi classici restaurati della sezione Classic , i docu-film e i cortometraggi opere prime di registe donne. Rispettando i parametri previsti di sicurezza e protezione informatica con Hollywood Grade DRM, le proiezioni online saranno visibili in tutti gli stati degli Stati Uniti e in molti altri territori, come Buenos Aires Province, Buenos Aires, Victoria, State of Amazonas, Ontario, Bavaria, Lower Saxony, Ile-de-France, Masovian Voivodeship, Zulia, Minsk Region, Decentralized Administration of Thessaly.

Ad inaugurare il Festival, il nuovo e attesissimo film di Ginevra Elkann in anteprima assoluta, Te l’avevo detto, che conta tra i suoi protagonisti Valeria Golino, Danny Huston e Greta Scacchi. Il film sarà presentato alla presenza del cast al DGA Theater (Directors Guild of America Theater).

Tra i film che verranno proiettati durante il Festival: Romeo è Giulietta di Giovanni Veronesi con Pilar Fogliati e Sergio Castellitto; Santocielo di Francesco Amato con Ficarra e Picone; 50 Km all’ora diretto e interpretato da Fabio De Luigi, con Stefano Accorsi; Diabolik – Chi sei? dei Manetti Bros. con Giacomo Gianniotti, Miriam Leone, Valerio Mastandrea e Monica Bellucci; Le proprietà dei metalli di Antonio Bigini con Martino Zaccara e David Pasquesi; La bella estate di Laura Luchetti; Succede anche nelle migliori famiglie di Alessandro Siani; Mi fanno male i capelli di Roberta Torre con Alba Rohrwacher; Felicità di Micaela Ramazzotti con Max Tortora e Anna Galiena; Enea di Pietro Castellitto con Benedetta Porcaroli; Race for Glory di Stefano Mordini con Riccardo Scamarcio; À la recherche di Giulio Base; Tramite amicizia di Alessandro Siani; Black bits di Alessio Liguori; I limoni d’inverno di Caterina Carone; Grosso guaio all’Esquilino – La leggenda del kung fu di YouNuts!; Shakespea Re di Napoli di Ruggero Cappuccio e Nadia Baldi; Tante facce nella memoria di Francesca Comencini; Billy di Emilia Mazzacurati; Nina dei lupi di Antonio Pisu; Rossosperanza di Annarita Zambrano; Desiré di Mario Vezza.

Tra i documentari: Doppio passo di Lorenzo Borghini; Raggamuffins Forever, an italian basketball fairytale di Gianni Costantino; Jeff Koons. Un ritratto privato di Pappi Corsicato; Io, noi e Gaber di Riccardo Milani; Mur di Kasia Smutniak; Nino Migliori. La festa che rovescia il mondo per gioco di Elisabetta Sgarbi; Amate sponde di Egidio Eronico; Dino Meneghin – Storia di una leggenda di Samuele Rossi; La stoccata vincente di Nicola Campiotti; Dante Ferretti – Scenografo italiano di Gianfranco Giagni; Il cerchio di Sophie Chiarello. Inoltre, un omaggio speciale a Marina Cicogna col suo documentario Marina Cicogna – La vita e tutto il resto di Andrea Bettinetti, con un premio alla memoria che andrà a Franco Nero.

Tra le serie TV: la seconda stagione di Un professore di Alessandro Casale; Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno e Alessio Maria Federici; I bastardi di Pizzofalcone stagione 4, di Monica Vullo, Riccardo Mosca, Alessandro D’Alatri e Carlo Carlei; La storia di Francesca Archibugi; la seconda stagione di Cuori di Riccardo Donna; Unwanted di Oliver Hirschbiegel; Un’estate fa di Davide Marengo e Marta Savina.

Nella sezione CLASSIC, dedicata ai grandi classici restaurati, oltre ai già citati titoli che vedono protagonista Franco Nero, verranno proiettati: L’ombrellone di Dino Risi del 1965, per omaggiare la grandissima attrice e amica del Festival Sandra Milo; L’odore della notte di Claudio Caligari del 1998; Milano Calibro 9 di Fernando Di Leo del 1972; e Uomini si nasce, poliziotti si muore di Fernando Di Leo del 1976. Restaurati da Cinecittà in collaborazione con CSC – Cineteca Nazionale, verranno proiettati anche: Basta guardarla di Luciano Salce del 1970; Bellissima di Luchino Visconti del 1951; La provinciale di Mario Soldati del 1953; Sissignore di Ugo Tognazzi del 1968; e Il cavaliere inesistentedi Pino Zac del 1970, per il centenario della nascita di Italo Calvino, uno degli scrittori più poliedrici del Novecento.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Julian Assange, oggi il verdetto sull’estradizione in Usa

Articolo successivo

Omicidio Primavalle, uccise e gettò nel carrello 17enne Michelle Causo: via al processo

0  0,00