///

Trattori in protesta a Roma e Cagliari, tensioni con il governo

2 minuti di lettura

Si prospetta una nuova settimana di mobilitazione per gli agricoltori italiani, che martedì hanno portato i loro trattori nelle strade di Roma e Cagliari rivendicando maggiore attenzione alle loro istanze. A Roma, oltre cento mezzi agricoli hanno bloccato per alcune ore via Nomentana, vicino allo svincolo del Grande raccordo anulare, dove era già presente un presidio da diverse settimane. La protesta ha causato disagi al traffico locale, gestito con fatica dalle forze dell’ordine.

Sulla scia di Francia e Germania, a Gennaio la protesta degli agricoltori si è accesa anche in Italia, da Nord a Sud, fino alle Isole. Blocchi autostradali, vere e proprie marce verso le città principali, la tappa a San Remo durante il festival. Queste le tappe principali del movimento nostrano fino ad oggi. Ora però l’obiettivo è chiaro: il Governo.

“Vogliamo delle risposte. Il ministro dell’Agricoltura ci riceva” dice Salvatore Fais, uno dei portavoce degli agricoltori, rivolgendosi al ministro Francesco Lollobrigida. Purtroppo l’unità dei protestanti potrebbe iniziare a barcollare. Infatti, la decisione di bloccare via Nomentana non è stata condivisa da tutti i manifestanti. Roberto Rosati, tra gli organizzatori della protesta, ha sottolineato che si è trattato di “una scelta personale di alcuni e non discussa con gli altri”. Ha aggiunto che molti mezzi sono rimasti intrappolati perché la strada era stata chiusa e non c’era modo di tornare al presidio.

Nel frattempo, a Palazzo Chigi, i ministri dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, e del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, hanno incontrato le rappresentanze sindacali del settore agroalimentare per affrontare le criticità attuali e le prospettive future. Tra i temi trattati, la contrattualistica, le attività ispettive, gli insediamenti abusivi, la lotta al lavoro sommerso e al caporalato, la gestione dei flussi e la formazione del personale, anche in materia di sicurezza sul lavoro. “Questa riunione dà il senso della collaborazione tra ministeri e conferma la sinergia con la quale il Governo Meloni lavora. Ringrazio la collega Calderone per la puntualità e l’attenzione con la quale affronta le tematiche relative al settore agricolo”, ha dichiarato Lollobrigida. Ma è davvero questa la situazione?

A Cagliari, invece, gli agricoltori hanno cercato di incontrare la premier Giorgia Meloni, in visita oggi per sostenere il candidato del centrodestra a governatore della Sardegna, Paolo Truzzu. I rappresentanti del presidio di Cagliari hanno richiesto un incontro istituzionale, precisando di non voler essere coinvolti nella campagna elettorale. Per questo motivo, non hanno intenzione di salire sul palco alla Fiera, dove si terrà il comizio finale di Truzzu, con la presenza della presidente del Consiglio Giorgia Meloni, e dei ministri e vicepremier Matteo Salvini e Antonio Tajani. Se non dovessero ottenere l’incontro, gli agricoltori hanno annunciato di voler organizzare delle manifestazioni di disturbo all’esterno della Fiera.

Il gruppo Riscatto Agricolo, che coordina la protesta, ha diffuso una nota su Facebook in cui ribadisce la propria indipendenza politica e associativa. “Il gruppo va avanti nonostante le critiche che possiamo ricevere, quando è stato deciso di venire a Roma è stato fatto per non tornare a casa con le solite promesse degli ultimi decenni“, si legge nel comunicato. “Andremo avanti battendoci per l’interesse di ogni singolo agricoltore, chi è nei presidi, chi c’è stato e chi non ha mai partecipato; ma una riflessione ad oggi è giusto farla: Non lamentiamoci del fatto che il nostro settore sta andando sempre più verso una distruzione se non si scende personalmente uniti a difendere i nostri diritti, prodotti e aziende”. “Non sarà una promessa politica o un associazione a fermarci, ci aspetta una settimana molto dura e vi chiediamo di scendere al nostro fianco”, conclude la nota.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La mototerapia e il taxi galeotto, Oddera: “Per un sogno di bimba invento unicorni”

Articolo successivo

Meloni “Faranno di tutto per fermare il premierato”

0  0,00