Credit Score, Zucchetti presenta il software che consente di verificare l’affidabilità di partner e fornitori in tempo reale

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – Il servizio, che utilizza le banche dati delle Camere di Commercio, considera bilanci, iscrizioni e eventuali insolvenze  

Civitanova Marche, 3 aprile 2024. L’incertezza del contesto internazionale, con due conflitti in corso e le forti tensioni sul Mar Rosso, fa aumentare a dismisura la rischiosità commerciale. Un contesto di questo tipo – che arriva dopo anni già caratterizzati dall’instabilità e dall’inflazione – spinge i consumatori alla prudenza, così per qualsiasi azienda è fondamentale ogni informazione possibile sui propri partner e clienti. Entrare in affari con imprese che si rivelassero insolventi o inaffidabili, infatti, potrebbe mettere a repentaglio l’esistenza stessa di un’azienda.  

La risposta, in questo senso, arriva da Zucchetti, società specializzata nella creazione di soluzioni software, hardware e servizi per le aziende, che propone Credit Score. Il servizio, ideato in collaborazione con Anticipay, consente infatti di verificare l’affidabilità di clienti e fornitori direttamente all’interno del gestionale aziendale. Come? Per ogni soggetto inserito nel gestionale, che si tratti di un cliente o di un fornitore, Credit Score fornisce un set di informazioni sintetiche ma esaustive sulla base delle quali la società può decidere come muoversi. Si tratta, in particolare, di evidenze tratte dalle banche dati delle Camere di Commercio, un grande patrimonio informativo a cui utilizzando Credit Score si può accedere in modo modulare per conoscere sempre al meglio le proprie controparti commerciali. Anche, magari, per valutare la possibilità di cedere i crediti commerciali. 

Il principale valore aggiunto di Credit Score è la possibilità di avere dati aggiornati in tempo reale. Per ogni soggetto inserito nel gestionale si può valutare la presenza di insolvenze, l’iscrizione camerale e il bilancio degli anni precedenti, oltre al credito commerciale suggerito, ovvero il livello di rischio che un’azienda fornitrice può assumersi rispetto ai propri clienti. L’analisi di portafoglio e i report proposti dal sistema contengono indicatori sintetici di rischio ottimizzati per evidenziare le criticità principali e prevenire le insolvenze: il rating, il fido commerciale e il risk score. L’obiettivo, in ultima analisi, è fornire alle aziende informazioni e quindi strumenti sulla base dei quali prendere decisioni e compiere scelte commerciali, in modo da tutelare la stabilità stessa della società e quindi dei suoi dipendenti. 

https://www.infor-ma.com/infinity40/cms/  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Milwaukee ko a Washington, Gallinari a referto con 3 punti

Articolo successivo

Calcio: Belgio. Vertonghen dice stop alla nazionale dopo gli Europei

0  0,00