/

Vision 2030, arriva a Noto il Festival del Cinema Sostenibile

2 minuti di lettura

Dopo il successo della prima edizione, e della winter edition svoltasi a novembre 2023 arriva dal 5 al 9 giugno la 2° edizione di Vision 2030, il Festival del Cinema Sostenibile diretto da Giulia Morello, prodotto da Smile Vision in partnership con Dire Fare CambiareTadàn Produzioni e Cleverage, che si tiene annualmente nella pittoresca cornice di Noto.

Il festival, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, si aprirà in anteprima il 4 giugno giorno che anticipa la Giornata Mondiale dell’Ambiente con un evento dedicato all’educazione all’immagine organizzato dal Moscerine Film Festival con l’Istituto Comprensorio Giuseppe Melodia, che si concluderà con la pulizia delle spiagge di Cala Bernardo assieme alle scuole in collaborazione con Legambiente, partner della manifestazione.

Il film d’apertura, invece, sarà il documentario Food for Profit di Giulia D’Innocenzi e Pablo D’Ambrosi, un’inchiesta che evidenzia la connessione tra l’industria della carne, le lobby e l’influenza politica.

Anche quest’anno, inoltre, è riconfermata la presenza del World Food Programme Italia, l’organizzazione no-profit fondata nel 2004 e principale agenzia umanitaria a livello mondiale, insignita del Premio Nobel per la Pace nel 2020 che si batte per la creazione di un mondo libero dalla fame, dalle diseguaglianze e dalle discriminazioni di genere. Oltre al premio dedicato a Prem1ere Film con cui la società garantirà gratuitamente la distribuzione per un anno al film vincitore nei circuiti festivalieri.

Vision 2030 è diventato in poco tempo un evento cinematografico di risonanza nazionale, il faro per la promozione della sostenibilità nel mondo dell’audiovisivo, abbracciando gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

In un’epoca in cui l’urgenza di uno sviluppo economico congiunto a un progresso culturale e civile è più pressante che mai, Vision 2030 fa da ponte tra le persone, le istituzioni, le imprese e le associazioni, proponendo una visione collettiva per un futuro equo e sostenibile per tutti.

Il cuore del festival, infatti, propone un’accurata selezione di film documentari e cortometraggi che, non solo riflettono il tema centrale della sostenibilità, ma che sono anche esemplari nell’adozione di pratiche di produzione eco-compatibili, rispettando rigorosi protocolli ambientali. La selezione ufficiale di quest’anno sarà svelata il 15 maggio.

Anche quest’anno saranno numerosi i premi che riconosceranno il forte impegno sociale dei giovani partecipanti al concorso. Tra questi: Miglior DocumentarioMiglior CortometraggioMiglior documentario inedito PREMIER FILMPremio UnpliPremio Cambiare;  Premio Tadàn ProduzioniPremio CleveragePremio Visioni a cura di Smile Vision;

Il Festival, inoltre, si impegna a sostenere l’eccellenza imprenditoriale, a valorizzare le risorse umane e a favorire una crescita economica sostenibile, mirando a migliorare la produttività e la competitività delle imprese coinvolte. Le aziende e le associazioni di Noto che partecipano all’evento, infatti, si uniscono per sostenere le economie locali, promuovendo l’uso dei prodotti del territorio e riducendo al minimo gli spostamenti di merci e persone.

Vision 2030 sarà anche ricco di incontri per il pubblico, workshop, conferenze, performance di street art eco-sostenibile e iniziative specificamente pensate per le scuole, nonché azioni concrete di ripristino del territorio, oltre ad eventi di intrattenimento.

Tra i primi nomi confermati in giuria il regista e sceneggiatore Giacomo CiarrapicoManuela Rima di Rai Cinema Channel, il produttore cinematografico Saverio Pesapane, la già Presidente di Legambiente Rossella Muroni e l’attrice Margot Sikabonyi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, è iniziata l’estate difficile di Kiev: guerra al bivio, lo scenario

Articolo successivo

Putin torna dall”amico’ Xi, l'”interazione strategica” tra Russia e Cina

0  0,00