PagoPa, Fatarella: “Dpi è alla base della nostra missione”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – “Il concetto Dpi – Infrastrutture Pubbliche Digitali è alla base della nostra mission e del nostro modo di lavorare. La nostra missione consiste nel creare e sviluppare piattaforme digitali per semplificare l’interazione tra cittadini e pubblica amministrazione e supportare la costituzione di un ecosistema digitale di servizi pubblici. Le nostre piattaforme impattano sulla vita di milioni di cittadini ed è per questo che nascono inclusive e prevedono cioè diverse modalità di accesso”. Sono le parole di Maurizio Fatarella, direttore generale di PagoPA, a margine dell’incontro intitolato ‘Infrastrutture digitali al servizio di cittadini e imprese’, tenutosi nella cornice del Festival dell’Economia di Trento, in programma dal 23 – 26 maggio 2024 e organizzato da Fondazione Hub Innovazione Trentino (Hit). 

Una discussione sul ruolo dei sistemi pubblici digitali e sulle opportunità che questi abilitano per imprese e cittadini. Sul tema, il Trentino si pone come laboratorio d’avanguardia su scala nazionale ed europea grazie alla collaborazione tra Fbk e i più importanti attori di questa trasformazione, PagoPa e Ipzs. Fondazione Hit – Hub Innovazione Trentino, quindi, ha organizzato una tavola rotonda in collaborazione con Fondazione Bruno Kessler e la Provincia autonoma di Trento, nell’ambito del Festival dell’Economia. L’evento ospita interventi dei più importanti interlocutori istituzionali internazionali: Ocse e Commissione Europea. 

Tema del dibattito le Digital Public Infrastructures (Dpi), che da un anno a questa parte sono al centro dell’agenda internazionale per una trasformazione digitale che pone l’accento su protocolli, standard e soluzioni aperte, e che rappresentano un approccio in grado di creare le condizioni ideali per la crescita di servizi digitali pubblici e privati, con un accesso equo e inclusivo per tutta la popolazione. “Le nostre piattaforme nascono basate su standard aperti, sicure, affidabili, scalabili e predisposte per poter operare in maniera interconnessa – riprende Fatarella – la loro diffusione ha generato importanti benefici su tutto il sistema, soprattutto in termini di efficienza e di innovazione. Grazie a queste esperienze oggi siamo qua con i nostri partner per poter lavorare sul digital wallet, la nuova DPI di ultima generazione”, conclude.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg Sport – 23/5/2024

Articolo successivo

Pro Vita & Famiglia lancia appello a candidati europee attraverso Manifesto Valoriale

0  0,00