Autonomia, Eurispes: “Nodo critico perdurante ritardo in definizione Lep”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – L’emanazione della legge quadro sull’ampliamento delle autonomie regionali “evidenzia un traguardo politico rilevante, ma sottolinea la necessità di completare la riforma del titolo V della Costituzione, con i Lep (Livelli essenziali delle prestazioni civili e sociali) al centro del processo”. Lo evidenzia il 36.esimo Rapporto Italia dell’Eurispes, pubblicato oggi. “Il meccanismo per l’ampliamento delle autonomie, basato sulla determinazione dei Lep, è cruciale per garantire uniformità sul territorio nazionale nell’erogazione delle prestazioni. Il perdurante ritardo nella definizione dei Lep – indica il report – rappresenta un nodo critico, con conseguenti impatti negativi sull’effettività dei diritti sociali”.  

“Il Comitato tecnico scientifico (Clep)” per la definizione dei Lep, “istituito nel 2023, ha presentato un rapporto finale in cui ha definito i Lep come una soglia minima per garantire uniformità sul territorio nazionale. Tale definizione fornirà orientamenti importanti per il Governo e il Parlamento nella definizione dei Lep e dei relativi costi entro il 2024”, conclude l’Eurispes.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Europee, il sondaggio: Fratelli d’Italia al 26,9%, Pd al 20,9%. Meloni e Tajani leader più graditi

Articolo successivo

Pnrr, Eurispes: “Transizione a Ssn digitale presenta ancora sfide da superare”

0  0,00