Settimana Sm, Zaratin (Fism): “Cervello in salute con diagnosi precoce”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – “Oggi al Congresso annuale della Fism, la Fondazione dell’Associazione italiana sclerosi multipla, si parla di diagnosi con un obiettivo più ambizioso. Grazie ad una diagnosi precoce, infatti, possiamo mantenere in salute il cervello. Non a caso, il claim di tutte le campagne per le prossime elezioni europee delle organizzazioni che si occupano di ricerca è ‘Non c’è salute senza salute del cervello’. Le malattie neurologiche continuano ad avere un impatto importante sulla società e sull’economia; quindi, dobbiamo puntare a una diagnosi precoce e alla salute del cervello”. Così all’Adnkronos Salute Paola Zaratin, direttore della ricerca scientifica Fism, a margine del congresso annuale della Fism al via oggi a Roma (Hotel Villa Pamphili) fino al 30 maggio, dal titolo ‘Salute del cervello: ripensare la diagnosi della sclerosi multipla e delle patologie correlate’. 

“Dobbiamo mettere al centro anche una nuova disciplina sulla quale investire, una disciplina della scienza con e della persona. Se vogliamo fare una diagnosi precoce – evidenzia – dobbiamo scoprire qualcosa che non abbiamo ancora scoperto e il contributo della persona che vive con la malattia e la nostra capacità di renderlo scientifico farà la differenza”.  

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ponte sullo Stretto, Eurolink-Sdm “Progetto in regola, prosegue impegno”

Articolo successivo

Samsung presenta AI Days, l’Intelligenza Artificiale secondo Samsung

0  0,00