Meningite, 23enne italiana morta a Berlino. Bassetti: “Può uccidere in poche ore”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) – “Dalla vita alla morte nel giro di appena 3 giorni. Tanti ne sono passati tra venerdì 24 maggio e domenica” 26, “quando Lara Ponticiello, studentessa di 23 anni, ha chiuso gli occhi per l’ultima volta. La ragazza”, residente nel Mantovano e “iscritta all’università di Bologna, è stata uccisa da una meningite fulminante mentre si trovava a Berlino per il progetto Erasmus”. Commenta il caso sui social l’infettivologo Matteo Bassetti. “La meningite è una grave infezione che colpisce il cervello e può portare alla morte, anche in poche ore”, spiega il primario del Policlinico San Martino di Genova.  

“Può essere causata da batteri, virus o funghi – ricorda – La forma virale è più comune e meno grave, mentre quella batterica può avere conseguenze molto più gravi. La meningite batterica può provocare la morte o causare danni permanenti. I batteri che più frequentemente provocano la meningite batterica sono pneumococco, meningococco ed emofilo. Questi ultimi 3 batteri sono prevedibili con la vaccinazione. Le forme più gravi e fulminanti sono in genere legate al meningococco appartenente sia al gruppo B che A, C, Y, W135”. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Durigon: “La sfida è orientare le persone su ciò che davvero serve per entrare nel mondo del lavoro”

Articolo successivo

Samoggia (Philip Morris Italia): “Siamo in un momento di trasformazione,cambiano anche le competenze”

0  0,00