Ail, parte la vela terapia ‘Sognando Itaca’ per pazienti onco-ematologici

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – Prende il largo da Genova ‘Sognando Itaca’, progetto mirato alla riabilitazione psico-sociale, prevalentemente con vela terapia, dei pazienti con malattia onco-ematologica. L’iniziativa, in 8 tappe lungo il Mar Tirreno e presentata oggi presso il dehors di Rosso Pomodoro-Genova Porto Antico, è promossa da Ail in occasione della Giornata nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma ed è patrocinata da: Marina Militare;Comune di Genova; Coni; Federazione italiana vela; Lega Navale; Sport e Salute e da Genova 2024. 

Nato nel 2006 come progetto di vela terapia volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati con tumori del sangue – spiega una nota – ‘Sognando Itaca’ da quest’anno si amplia e si trasforma in un veicolo di diffusione dell’importanza delle attività di riabilitazione psico-sociale nell’accompagnare i pazienti onco-ematologici nel loro percorso offrendo, oltre alla grande attività di vela terapia, l’arte terapia, attività assistite con gli animali, camminate, Yoga e molte altre occupazioni a contatto con la natura. Ail, l’Associazione italiana contro leucemie, dei linfomi e del mieloma, attraverso ‘Sognando Itaca’, intende anche concentrare la sua attenzione sul binomio, ormai inscindibile, tra ambiente e salute, con l’obiettivo di conoscere e comprendere per prevenire e promuovere azioni di salvaguardia della salute.  

“La vela terapia suscita nei pazienti emozioni straordinarie che portano nel cuore per tutta la vita, è un momento di crescita culturale ed emotiva – afferma Giuseppe Navoni, vice presidente nazionale Ail, presidente Ail Brescia e Coordinatore Sognando Itaca – I pazienti traggono uno straordinario beneficio. In barca vengono messi al timone prendendo il comando dell’imbarcazione, si invertono così i consueti ruoli con il personale sanitario, il paziente metaforicamente prende in mano il timone anche della propria vita. I momenti magici e le emozioni che si vivono durante la navigata arricchiscono tutti, anche l’equipaggio e gli altri soggetti coinvolti sulle altre imbarcazioni. Il nostro desiderio è che il percorso di riabilitazione a contatto con la natura prosegua anche dopo la fine dell’iniziativa Sognando Itaca, che continui durante tutto l’anno per portare avanti un percorso riabilitativo non solo episodico, perché il mare come la natura, l’arte e l’attività fisica aiutano a ritrovare il contatto con la vita”. 

Il paziente ematologico “è fragile ma anche il mare lo è diventato – aggiunge Navoni – Le plastiche stanno danneggiando in maniera irreparabile i nostri mari e la nostra salute, i temi ambiente e salute sono ormai strettamente correlati. Per Ail, che tutela la salute e la cura dei malati, è un obbligo morale dare un richiamo di educazione ambientale ed alimentare, rendere consapevoli soprattutto i giovani, perché ognuno di noi può fare qualcosa per non arrecare ulteriori danni all’ambiente che ci circonda”.  

La barca di ‘Sognando Itaca’, partita oggi da Genova prevede, nel mese di giugno, un tour in 8 tappe che abbraccia il Mar Tirreno – domani Viareggio, il 6 Cagliari, il 9 Palermo, l’11 Reggio Calabria, il 12 Cetraro, il 13 Salerno – con arrivo previsto a Napoli il 14. L’iniziativa offre la possibilità ai pazienti di navigare accompagnati da un team multidisciplinare. La giornata ha avuto come veri protagonisti i pazienti che grazie all’iniziativa possono provare l’emozione unica di passare una giornata in mare aperto. La vela, infatti, per le sensazioni che offre e per le condizioni uniche e suggestive in cui viene praticata, ha una funzione terapeutica e contribuisce a rafforzare il rapporto esistente tra pazienti, medici, psicologi e nutrizionisti che compongono l’equipaggio assieme al personale di bordo. 

L’iniziativa si inserisce tra le attività che l’Ail e le sue 83 sezioni provinciali organizzano in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma del 21 giugno. La Giornata, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri, è dedicata all’informazione sulle ultime novità scientifiche nella cura dei tumori del sangue e sui progetti per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti. Partner istituzionale Ail per il biennio 2023-24 è UniCredit che sostiene gli eventi promossi dall’associazione a livello nazionale e locale e contribuisce a sviluppare i servizi di assistenza presso le Case alloggio Ail e il supporto psicologico per pazienti e familiari. ‘Sognando Itaca’ – conclude la nota – è realizzata con il contributo incondizionato di Cotton Sound, Cbill, Gsk e Otsuka. 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fumo, Piepoli e Adiconsum su dati Iss: servono dati e informazioni su alternative

Articolo successivo

Quirinale, Muntoni: “Risultato che condivido con famiglia Delphina e comunità territori in cui operiamo”

0  0,00