//

Biografilm Festival, ecco il programma streaming su MYmovies One

3 minuti di lettura

Al via a Bologna la 20a. edizione del Biografilm Festival, l’atteso evento cinematografico internazionale interamente dedicato alle biografie e ai racconti di vita che, anche quest’anno, sarà disponibile in streaming su MYmovies, la più influente realtà digitale dedicata al cinema in Italia, dove è possibile fruire in un unico spazio virtuale dell’emozione e dell’esclusività dei grandi festival italiani.

Fino al 20 giugno saranno ben 23 i titoli disponibili in streaming sulla piattaforma MYmovies ONE: un viaggio alla scoperta di luoghi vicini e lontani,  storie di vita autentica e racconti contemporanei che testimoniano i cambiamenti sociali, politici e ambientali in corso. Tra i film in streaming provenienti dal Concorso Internazionale segnaliamo, in particolare, The Monk dei registi danesi Mira Jargil, Christian Sønderby Jepsen (anteprima italiana), l’incredibile storia del noto ricercatore danese sull’HIV Jan Erik Hansen, diventato monaco buddista nel profondo delle montagne dello Sri Lanka, inseguendo la felicità; Gerlach diretto da Aliona van der Horst e Luuk Bouwman (anteprima italiana), il ritratto spiritoso e affettuoso di un contadino che lotta contro l’industrializzazione e il cambiamento climatico nei Paesi Bassi; Helke Sander: Cleaning House della regista Claudia Richarz (anteprima italiana), un omaggio alla regista e attivista tedesca Helke Sander, che mentre fa le pulizie di casa riflette sulla sua vita e sul movimento femminista; Life is Beautiful del cineasta palestinese Mohamed Jabaly (anteprima italiana), incentrato sulla sua storia personale e sull’impossibilità di rientrare in patria a causa di un blocco in Norvegia; Jardin noir del regista francese-armeno Alexis Pazoumian (anteprima italiana), ambienato nel Nagorno-Karabakh, terra di conflitto secolare, dove si vive, si sogna e ci si prepara a una tragedia che è sempre all’orizzonte; e infine, The Lost Notebook della danese Ida Marie Gedbjerg Sørensen (anteprima internazionale), il racconto di un taccuino ritrovato appartenente ad una famiglia ungherese composta da tre generazioni di cinefili, unite dal desiderio di fuga e da una cultura cinematografica scomparsa.

Dalla sezione Art & Music arrivano Uzeda – Do It Yourself di Maria Arena (anteprima mondiale), la storia dell’ascesa di una band, alla scoperta di un fenomeno musicale e del suo contesto geografico; Una vita all’assalto di Paolo Fazzini e Francesco Principini (anteprima mondiale), che racconta la storia del gruppo che ha registrato il primo album  hip-hop italiano, Assalti Frontali, simbolo di resistenza culturale e politica; JDL – Behind the Wall di Deborah Faraone Mennella (anteprima internazionale), il racconto di un anno della vita della street artist olandese JDL e della realizzazione del murale “Love Is Stronger than Death” a Taranto; E.1027 Eileen Gray and the House by the Sea degli svizzeri Beatrice Minger e Christoph Schaub (anteprima italiana), che ci porta nell’iconica casa sulla Costa Azzurra della designer irlandese Eileen Gray, capolavoro dell’architettura moderna e simbolo di amori, conflitti e potere; e Südtirock – Suoni di confine di Armin Ferrari e Jadel Andreetto (anteprima mondiale), un documentario punk tra i suoni di una terra letteralmente esplosiva.

Provengono, invece, dalla sezione Contemporary Lives: Selling a Colonial War del coreano In-Soo Radstake (anteprima italiana), un’analisi critica che rivela la riluttanza dei Paesi Bassi nel confrontarsi con il proprio passato colonialista; L’ultima isola di Davide Lomma (anteprima mondiale), la straordinaria storia di otto amici che si ritrovano casualmente coinvolti in uno dei più tragici naufragi di migranti sull’isola di Lampedusa; Vitic Dances di Boris Bakal (anteprima italiana), l’odissea per il restauro di un edificio a Zagabria che diventa metafora della società balcanica ed europea, testimoniando il potere della perseveranza; Being Ola del norvegese Ragnhild Nøst Berge (anteprima italiana),  un ritratto delicato di un giovane con una lieve disabilità intellettiva in un villaggio norvegese; e I Am the River, the River Is Me di Petr Lom (anteprima italiana), un viaggio in canoa sul Whanganui, fiume sacro per i Maori, che invita a riflettere sul senso di consapevolezza e responsabilità che ogni essere umano ha nei confronti della natura che lo circonda e lo ospita.

Sei saranno poi i titoli del concorso di Biografilm Italia: Un paese di resistenza di Shu Aiello e Catherine Catella (anteprima italiana); Un milione di granelli di sabbia di Andrea Deaglio (anteprima mondiale); The Roller, the Life, the Fight di Elettra Bisogno e Hazem Alqaddi (anteprima italiana); Spazzi. Una comunità in suborbita di Dario Miale, Giorgio Di Palma e Giuseppe Calamunci Manitta (anteprima mondiale); Che ore sono di Tito Puglielli e Marta Basso (anteprima mondiale); e Lettre à ma fille depuis le pays des femmes di Silvia Staderoli (anteprima mondiale). E, infine, sarà disponibile in streaming tra gli eventi speciali anche il documentario di Giampaolo Penco Il frastuono e il silenzio (anteprima mondiale), il capitolo finale della vita del grande studioso Toni Negri, considerato cattivo maestro in Italia, riconosciuto come maestro di filosofia politica nel mondo.

Il programma online del Biografilm Festival 2024 è consultabile al link   https://www.mymovies.it/ondemand/biografilm/. Tutti i film in streaming sono inclusi nell’abbonamento unico MYmovies ONE. L’ingresso alla sala virtuale è possibile fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Europee: Onorato (Moby), ‘con aumento tasse Ets si rischia perdita competitività settore’

Articolo successivo

Cambia il vento in Europa: la destra stravince e detterà l’agenda politica

0  0,00