Salvini: “Bossi manca di rispetto non al segretario in carica ma ad un’intera comunità”

1 minuto di lettura

Commentando il risultato delle elezioni europee, Matteo Salvini attacca il fondatore della Lega Umberto Bossi dopo le polemiche delle scorse ore per il suo annunciato voto a Forza Italia. Ecco le parole del leader leghista:

Non voglio male a nessuno e a Bossi ho intitolato anche il mio libro” ma “sicuramente dovrò ascoltare i militanti“: così il leader della Lega Matteo Salvini in via Bellerio a Milano. “Il nostro movimento politico cresce nonostante il suo fondatore ha annunciato che votava per un altro partito, una cosa curiosa – ha aggiunto -. Manca di rispetto non al segretario in carica ma ad un’intera comunità“.

L’operazione Vannacci

Paga nel Nord Ovest, e in particolare in Lombardia, dove la Lega è nata, la scelta di candidare il generale Roberto Vannacci, che ha di gran lunga il record di preferenze nel Carroccio (176.622 nella circoscrizione di cui 113.411 in Lombardia) anche se era ultimo in lista. Si tratta di più del doppio delle preferenze ottenute dalla capolista Silvia Sardone, seconda con 68.412 voti (di cui 55.101 in Lombardia.

Salvini ha rivendicato con orgoglio la decisione di aver scommesso su Roberto Vannacci anche contro l’opinione di alcuni dei suoi colonnelli di partito, al Generale è andata una delle tre preferenze del segretario leghista, che ha rispedito al mittente le critiche per aver candidato una figura esterna come uno dei principali profili del partito: “Avercene di problemi come Vannacci… Comincia un percorso comune. Vannacci, contestato e vituperato da mezzo mondo, ha preso da solo mezzo milione di voti col record nel Nord-Ovest“.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Garantire la biodiversità e tutelare il mare: così E.ON investe sul futuro dei giovani con le Summer School del progetto Energy4Blue

Articolo successivo

Cicloturismo: parte Laduesse, in Calabria turismo esperienziale sui pedali

0  0,00