De Zerbi “Mi piace allenare, vediamo che succederà”

1 minuto di lettura

"Penso che sia importante non dove, ma come stare in un posto" CATANZARO (ITALPRESS) – "Mi piace allenare, vediamo cosa succederà. Penso che sia importante non dove, ma come stare in un posto, ho sempre scelto con lucidità e senza ansia di dover allenare a tutti i costi". Lo ha detto il tecnico Roberto De Zerbi ospite d'onore del Premio Nicola Ceravolo a Catanzaro, ideato dal giornalista Maurizio Insardà e coordinato dal direttore editoriale dell'agenzia Italpress, Italo Cucci. Proprio sulla squadra calabrese reduce da un quinto posto nella scorsa serie B, De Zerbi a margine della cerimonia ha detto: "Dispiace per il mio figlioccio Pietro Iemmello perché perde un allenatore molto bravo, Vivarini, che meritava di avere già successo in passato in campionati più importanti. Uno dei migliori tecnici che si meriterebbe la serie A. E' importante che la società del Catanzaro continui con lo stesso entusiasmo e la stessa passione, perché i giocatori e gli allenatori possono cambiare, quelli che restano sono la proprietà e i tifosi". Una battuta per l'Italia che si appresta ad esordire agli Europei:"Non voglio fare nessun pronostico, tifiamo tutti per Spalletti e i giocatori, sarà difficile ma in queste competizioni la nazionale si esalta". – foto Ipa Agency – (ITALPRESS). xd2/gm/red 12-Giu-24 19:04

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Monza, Nesta è il nuovo allenatore: è ufficiale

Articolo successivo

Thiago Motta nuovo allenatore della Juve fino al 2027

0  0,00