Francia, Ciotti espulso da partito dei Repubblicani. La replica: “Sono e resto presidente”

1 minuto di lettura

(Adnkronos) –
Eric Ciotti espulso dal partito dei repubblicani (Les Républicains, Lr). La decisione è stata presa “all’unanimità”, si legge in un comunicato diffuso dall’ufficio politico dopo la riunione straordinaria convocata in seguito all’annuncio fatto ieri da Ciotti, fino a oggi presidente del partito, di un accordo con il Rassemblement National di Marine Le Pen in vista delle elezioni del 30 giugno. Una decisione che ha fatto scoppiare una crisi interna al partito. Secondo quanto riferisce il sito di Le Figaro la presidenza ad interim di Lr sarà assunta da François-Xavier Bellamy, vicepresidente, Anne Genevard segretaria generale.  

“Sono e resto il presidente della nostra formazione politica”, ha replicato Ciotti su X, al comunicato con cui l’ufficio politico di Les Republicains ha annunciato la sua espulsione dal partito per aver annunciato un accordo con Rassemblement National in vista delle elezioni del 30 giugno. 

Nel post Ciotti afferma che “la riunione organizzata questo pomeriggio si è svolta in flagrante violazione del nostro statuto. Nessuna decisione presa in questa riunione ha conseguenze legali – ha aggiunto – può avere conseguenze penali”. “Sono e rimango il presidente del nostro partito politico, eletto dai membri”, ribadisce Ciotti. 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Uap lancia manifestazione a settembre: “No a trasformazione farmacie in laboratori”

Articolo successivo

Le Dicotomie di Vito Vignola all’Arciliuto di Roma

0  0,00