Grande successo per Carrara Studi Aperti 2024: edizione record per uno degli eventi più rappresentativo della Città Creativa dell’Unesco

2 minuti di lettura

(Adnkronos) – Oltre 100 studi aperti, 7 percorsi guidati e circa 2000 presenza complessive: questa edizione di Carrara Studi Aperti si può definire da record grazie al grande successo delle visite guidate, le passeggiate che hanno registrato quasi il tutto esaurito con gruppi di 20/25 persone alla volta. 

Carrara, 12 giugno 2024. I visitatori non si sono fatti scoraggiare dal tempo atmosferico non sempre a favore ed hanno invaso le strade del centro: turisti, semplici curiosi, persone del luogo ma anche addetti ai lavori e compratori, che hanno potuto scegliere ed acquistare alcune delle opere esposte negli studi del centro città. 

La particolarità di Carrara, Città Creativa Unesco, è stata quindi evidenziata in tutte le sue sfumature: l’arte, l’artigianato, l’abilità delle maestranze locali in diversi campi artistici, dalla scultura alla pittura, dalla ceramica al teatro fino ad arrivare alle installazioni multimediali e alle molte altre discipline che hanno animato gli eventi collaterali della due giorni. 

Sono stati molto apprezzati i laboratori nuovi del centro storico, che aprendo le loro porte hanno permesso di visitare palazzi storici chiusi da tempo: importante risultato anche per l’Infopoint, che ha ospitato una mostra con le opere di molti autori di questa e delle passate edizioni che non sono riusciti a partecipare quest’anno, allestita in uno dei negozi più belli del centro città, con i suoi arredi originali di metà novecento. 

Un grande successo per la città Carrara, dove l’8 e il 9 giugno ogni tipo di cultura si è potuta toccare con mano, e per la sua comunità. 

“Un grande lavoro e impegno da parte del gruppo organizzativo di APS Oltre, che lavora instancabilmente per rendere questo evento un appuntamento fondamentale per la promozione del territorio e le sue maestranze – ha dichiarato Juan Carlos Allende, presidente di APS Oltre – Una dedizione che ha dato oggi i suoi risultati, portando questo progetto alla sua massima espressione ed esaltando l’ indiscutibile bellezza che lo caratterizza. La ricaduta sulla città e la comunità è indiscutibile” 

“E’ stata una bellissima edizione, l’esperienza del trekking è stata un successo ed è stata molto apprezzata. La cosa bella di questa edizione è che alcuni artisti hanno venduto le loro opere, e la cosa ci rende molto felici”, ha dichiarato Elisa Morrone, vice presidente di APS Oltre, che ha organizzato la due giorni. 

“Carrara Studi Aperti è una delle manifestazioni che più rispecchia Carrara perché fa emergere la sua essenza: Carrara è soprattutto un laboratorio, oltre che una galleria a cielo aperto – ha dichiarato la Sindaca, Serena Arrighi – Il fatto che a questa manifestazione aderiscano 100 studi, che corrisponde ad un numero immenso di artisti, fa capire l’importanza dell’evento. Carrara Studi Aperti è una manifestazione destinata a crescere, che merita una ribalta internazionale: noi come amministrazione abbiamo dato il nostro supporto e sono felice che siano stati coinvolti i commercianti e che siano aggiunte delle iniziative importanti, come il trekking, per permettere di scoprire anche la natura di Carrara, andando verso Fossa Cava e La Padula. Io mi metto a disposizione perché la manifestazione possa crescere, avere sempre più adesioni e raggiungere una dimensione internazionale, che sarebbe molto qualificante per Carrara” 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

‘Second Life’ a Pitti Uomo per il legame tra arte, moda e sostenibilità

Articolo successivo

Bioplastiche compostabili, verso un marchio di riconoscibilità

0  0,00