Donne italiane nello spazio: Samantha Cristoforetti ha tagliato il traguardo

News

Condividi!

Samantha Cristoforetti è la prima donna astronauta italiana. Ieri sera mentre metà del nostro paese guardava il derby in tv, l’altra metà puntava probabilmente lo sguardo in cielo per essere testimoni di un sogno che si realizza e di un altro passo verso quella tanta sospirata parità tra i sessi che spesso è ancora al centro dell’attenzione nei dibattiti del nostro paese. Il sogno è quello di Samantha, milanese di nascita, prima donna italiana a mettere piede nello spazio. Lei, che da bambina sognava di poter toccare il cielo con un dito e agganciare una stella, alla fine ce l’ha fatta.

Il lancio è andato benissimo, è avvenuto in maniera perfetta. Samantha è stata la prima a entrare dalla Soyuz all’Iss (Stazione spaziale internazionale) alle 4 del mattino dopo un viaggio che era iniziato la sera precedente alle 22.01 ed ha iniziato la sua missione che avrà una durata di sei mesi.

Emozionatissima quando dopo l’arrivo ha sentito per la prima volta la voce di sua madre dalle cuffie, queste le prime parole che ha detto: «È andato tutto benissimo, abbiamo visto immagini spettacolari, la prima alba e le stelle».

 

Poi ha raccontato: «Quando siamo arrivati alla Stazione spaziale mi è stato fatto notare un momento perfetto: ci sono dieci secondi in cui i pannelli solari assumano il colore arancione: è stato un momento stupendo, proprio come mi avevano detto. Poi abbiamo visto la prima alba, le stelle, tutto bellissimo». «Lo spazio è come lo sognavi?», ha chiesto la mamma. «Molto meglio!», è stata la risposta. Felice dell’accoglienza affettuosa che ha trovato a bordo, Samantha ha raccontato alla mamma: «Qui ci hanno accolti con una cena, o forse un pranzo, o la colazione, non so più neppure che ora è!».

Non mancano le preoccupazioni per i genitori: “Quanto freddo avete preso mentre guardavate il lancio?”, chiede alla madre, ma come ci si aspetta da ogni genitore orgoglioso, la risposta non poteva essere che “Non faceva tanto freddo, il lancio e l’emozione ci ha riscaldati”.

Samantha è partita nell’ambito della missione “Futura”, la seconda per durata organizzata dall’Agenzia Spaziale Italiana. A bordo dell’astronave con lei sono saliti il russo Anton Shkaplerov e l’americano Terry W. Virts che si aggiungono all’equipaggio già composto dal comandante Barry E. Wilmore della Nasa e da i russi Aleksandr Samokutyayev ed Elena Serova.

Gianluca Migliozzi

 

Tagged

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.