Sanremo: verso la finale

Musica

Condividi!

L’inizio della fine si è decisa nella serata del venerdì. Carlo Conti lo promette e apre dedicandosi alle ultime battle tra i 4 rimasti in gara, in un doppio scontro fratricida, che il sorteggio vuole che oppongano energia e delicatezza, nel caso di Nigiotti e Caccamo, come della delicatezza di Amara contro la sprizzante simpatica follia dei Kutso. I vincitori delle rispettive sfide, Giovanni Caccamo e Kutso, si aggiudicheranno la battaglia finalissima e i dubbi cominciano ad assalire, che forse, qualcosa dall’idea iniziale, potrebbe.. dico potrebbe far saltare gli schemi. ma la scoperta avverrà solo più in là.
Assolutamente da sottolineare che tutti e 4 hanno un grande brano, e tutti e 4 hanno delle grandi qualità importanti, e non scompariranno presto.
A questo punto, tra un inutile comparsata del Mr. Antonio Conte (voglio sperare che non sia stato pure pagato) e di Virginia “Vanoni” Raffaeli, che, boh, a questo punto mi sento di suggerire a Carlo di cambiare autori o amici, non si riesce davvero a ridere, sarebbe meglio ascoltare i campioni.
E allora, giù, la scaletta scorre mostrando più o meno quel che già si era visto nelle prime due serate, ma con un sicuro miglioramento ci parecchi che avevan toppato la prima. E allora le eliminazioni vedono Biggio&Mandelli, Tatangelo, Lara Fabian, che inspiegabilmente ha cantato in falsetto quando non ne avrebbe affatto bisogno e il brano non lo richiedeva, ed uno sfortunatissimo Raf. Degna di nota invece è stata la bella storia del recupero del duo Di Michele – Plati, dopo un’esibizione ancora più intensa dell’esordio e che ha valorizzato ancor più quello straordinario testo.
E poi ancora, la sfida finalissima dei giovani che contrappone gli esuberanti e colorati Kutso e il talentoso cantautore Giovanni Caccamo, che al momento del verdetto quasi gli piglia un infarto per la paura di perdere realmente la sfida, dimostrando appunto che nulla era scontato. la vittoria di Giovanni Caccamo mostra solo una cosa, la bontà e la qualità del nuovo progetto di casaSugar.
Stop alle tesi complottiste che portano a pensare che chi vince compra. Se avessero vinto i Kutso, avrebbero fatto lo stesso confermando le accuse a Suraci.
#‎onoreaivinti‬ ‪#‎onoreaiKutso‬ ‪#‎onoreaNigiotti‬ ‪#‎onoreadAmara‬‪#‎onoreaRakele‬ ‪#‎onoreaChanty‬ ‪#‎onoreaKaligola‬ ‪#‎onoreaSerenaBrancale‬. Spetta a voi muovere la musica e non abbandonare questi ragazzi.

Antonio Dinuzzi

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.