Omicidio David Rossi: spunta la lettera del "vigliacco"

Cronaca Economia In Rilievo

Condividi!

Una lettera anonima firmata “Un vigliacco” datata 21 novembre 2017, sarebbe stata recapitata all’avv. Luca Goracci e ad Antonella Tognazzi, vedova di David Rossi.
Sulla missiva c’è scritto: “Sono in un letto in procinto di passare ad altra vita, ma resto col rimorso di non aver mai rivelato i particolari a mia conoscenza sulla morte del dipendente del Monte dei Paschi, David Rossi. Sono stati sparati due colpi da arma da fuoco in quella sera, e ci sono anche altri testimoni che possono confermarlo. Le pallottole sono state probabilmente sparate dall’interno verso l’esterno, nessuno le ha ritrovate, ma verificando sulla parete di fronte alla finestra dell’ufficio di David Rossi, potrebbero apparire. Ho dato disposizione di consegnare questa lettera solo dopo la mia morte, perché volevo vivere tranquillamente ed essendo umano ho paura dei poteri forti.

Il programma di Italia 1 Le Iene, si è avvalso di un drone per ispezionare la parete ma non ha trovato rilevanze compatibili con un proiettile. 

Il contenuto della lettera troverebbe però conferma a quanto dichiarato dall’avvocato Goracci, che ha rivelato un incontro avvenuto in passato con un uomo, presentatosi come l’imprenditore mantovano Antonio Muto, che gli avrebbe rivelato di aver assistito alla scena della morte di David Rossi e di aver sentito anche uno sparo, esploso da una pistola munita di silenziatore. Potrebbe essersi trattato del gesto di un mitomane, privo di alcun riscontro, anche perché quando il vero Antonio Muto, tra i creditori di Mps, aveva rilasciato alcune dichiarazioni a ‘Report’, l’avvocato Goracci si rese conto che non era la stessa persona che aveva incontrato pochi mesi prima.

Adesso bisognerà capire se la procura accetterà la lettera come nuova prova per dare credito alla testimonianza già ricevuta dall’avv. Goracci dal misterioso Muto. La Tognazzi ha più volte  annunciato di voler richiedere nuove indagini alla Procura.

Sconcertanti anche le dichiarazioni di Pierluigi Piccini, ex Sindaco di Siena che parla di sospetti relativa al fatto che Rossi sarebbe stato pronto a raccontare ai magistrati i particolari di reati finanziari legati al conosciuto scandalo Mps.

 

Tagged

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.