generico equivalente al viagra lasix online pharmacy pillola del giorno dopo sotto antibiotico viagra alternative online kaufen levitra prezzo infarmacia pastiglie di cialis prezzi farmaco antidepressivo più usato che fa dimagrire trattamento antivirale epatite c perchè in india costa meno levitra due pastiglie da 10 oppure una da 20 piridina farmaco antidepressivo dovò si può prendere viagra o levitra on line levitra generico da 10 mg profilassi antibiotica farmaco viagra 100mg tablet online order can you buy cialis online in australia farmacia online cialis contrassegno viagra generico online italia consegna veloce kamagra gel farmacia orelox antibiotico prezzo nuovo viagra senza effetti collaterali cialis con ricetta medica è possibile acquistare il viagra senza ricetta medica mal di gola antibiotico pastiglie da succhiare farmacie galenica cialis marca di farmaci antivirali per acquistare il viagra ci vuole ricetta medica costo.della.pasticca cialis come si prende un viagra antibiotico non generico pillole per la pressione alta e viagra farmaci antidepressivi lintex nuova pillola disfunzione erettile super kamagra online india disfunzione erettile causa farmaci e mommentanea acquisto viagra in farmacia senza ricetta miglior prezzo
//

Facebook, Zuckerberg annuncia il nuovo algoritmo

3 minuti di lettura

Facebook avrà un nuovo algoritmo che privilegerà i post di amici, parenti e gruppi rispetto ai contenuti delle Pagine. Sarà uno dei cambiamenti più radicali dalla sua nascita avvenuta nel 2004.

Per determinare quanto in alto deve comparire un post nel News Feed, oggi Facebook si basa su alcuni caratteristiche, come il numero di persone che reagiscono a quel post, lo commentano o lo condividono. Con questo nuovo algoritmo verrà data priorità anche ai post che generano conversazioni e creano interazioni significative tra le persone.

Principalmente saranno post che innescano discussioni nei commenti, quelli che le persone potrebbero voler condividere e quelli che potrebbero generare una loro reazione, con priorità ai post di amici e familiari rispetto ai contenuti pubblici, che quindi insieme ai video e altri post di editori e aziende saranno mostrati di meno.

Questo aggiornamento potrebbe far calare la reach delle Pagine, il traffico e la durata delle visualizzazioni nei video. Ovviamente il risultato varierà da Pagina a Pagina, a seconda del tipo di contenuti prodotti e il modo in cui le persone interagiscono con essi.

Le pagine con meno interazioni degli utenti avranno certamente una maggiore riduzione nella distribuzione dei post rispetto a quelle che generano più conversazioni e che quindi verranno mostrati più in alto nel News Feed.

Sulle bacheche vedremo più facilmente post pubblicati dagli amici, mentre i post di “Business, brand e media” avranno visibilità solo se saranno condivisi dagli utenti con frequenza .
 
Queste le parole di Zuckerberg:  “Guardare video, leggere notizie e seguire gli aggiornamenti dalle Pagine è solo un’esperienza passivamentre dalla sperimentazione avviata abbiamo notato che gli utenti, interagendo di più con post di amici, familiari e pubblicati nei gruppi,  sono più felici online e meno soli… e questa da sempre è la mission di Facebook: connettere persone”.
 
Chissà se vedere più spesso post di familiari e foto delle vacanze di amici, renderà realmente felici gli utenti o se questi contenuti scateneranno gelosie e invidie.

Per quanto riguarda invece il test che Facebook ha avviato in sei Paesi (Sri Lanka, Guatemala, Bolivia, Cambogia, Serbia e Slovacchia), per creare due bacheche separate, una dedicata al News Feed principale, con post degli amici e quelli supportati da un investimento pubblicitario e una definita “Esplora”, sembrerebbe non ci siano novità.

 

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Docente sgrida alunno finisce all’ospedale. Come cambiano i genitori

Articolo successivo

Rotondi: “I democristiani faranno vincere Berlusconi”

0  0,00