Treno deragliato, Silvia Sardone (FI): “Si poteva evitare”

Interviste

Condividi!

Treno deragliato a Pioltello (Milano), tre morti e numerosi feriti fra i pendolari che viaggiavano a bordo. Alcuni sono gravi. Secondo una prima ricostruzione, l’incidente sarebbe stato provocato dal cedimento di circa 20 centimetri di binario: la motrice e il primo vagone sarebbero riusciti a passare, i successivi quattro vagoni invece sarebbero usciti dai binari. E ora si cercano le responsabilità su una linea ferroviaria che vede intrecciarsi due diverse competenze: quella di Trenord responsabile dei treni, e Rete Ferroviaria italiana dei binari. Quindi capire la causa in un conteso del genere è tutt’altro che irrilevante. Lo Speciale ha contattato il consigliere di Forza Italia al Comune di Milano Silvia Sardone.

Si è fatta un’idea di cosa sia realmente accaduto?

“No,  francamente anche io sto seguendo le notizie che escono sulle agenzie. Francamente non saprei che dire se non che in questo momento sarebbe opportuno preoccuparci delle vittime e dei feriti evitando polemiche sgradevoli”.

Eppure sul web molti puntano il dito contro Trenord

“Trenord è molto meglio di tante altre compagnie regionali. Ma ripeto, in questo momento fare polemiche mi sembra davvero una politica di basso profilo. Anche perché io, come penso tutti, le cause dell’incidente le devo ancora capire. Poi c’è un aspetto d cui credo vada tenuto conto”.

Cioè?

“Il fatto che su quel treno viaggiavano dei pendolari, persone cioè che si alzano la mattina all’alba per andare sul posto di lavoro a guadagnarsi lo stipendio. Sapere che alcuni sono morti e che tanti altri sono feriti ritengo debba silenziare qualsiasi polemica. In questo momento il pensiero va soprattutto ai familiari delle vittime e a chi sta lottando per la vita”. 

Ora ci sarà un’inchiesta che dovrà fare luce sul deragliamento, ma appare evidente che su quella tratta le competenze sono differenti fra Trenord e RfI. Si rischia secondo lei lo scaricabarile?

Ci penserà la magistratura a fare chiarezza. Al momento mi pare che la causa sia addebitata ad un cedimento di rotaia”. 

Capirà però che un incidente simile in Lombardia, regione presa a modello anche per il sistema dei trasporti, fa una certa impressione. Tutti si chiedono se non si potesse evitare?

“Guardi, i problemi ci sono anche qui. Poi se vogliamo dirla tutta, negli ultimi anni anche le regioni del nord, come del resto tutte le regioni italiane e gli enti territoriali in generale, hanno molto risentito dei tagli decisi a livello di governo. Tagli che inevitabilmente hanno  penalizzato anche il settore dei trasporti limitando temo, le attività di manutenzione. Se davvero l’incidente è stato causato dal cedimento di un binario, allora dobbiamo iniziare seriamente ad interrogarci se davvero non si sarebbe potuto evitare. Ma questo lasciamo che siano le indagini a stabilirlo. Il dato politico è che se lo Stato taglia i fondi agli enti locali, poi inevitabilmente a risentirne è anche la qualità e l’efficienza dei servizi. Questo è un problema che non si può non evidenziare. Sempre però evitando polemiche in un triste momento come questo”

Tagged

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.