La difesa della Ong ProActiva: acque internazionali e migranti terrorizzati

Politica

Il salvataggio di migranti al centro dell’inchiesta della Procura distrettuale di Catania è avvenuto “a 73 miglia nautiche della costa libica, in acque internazionali”. La ProActiva Open Arms, nella ricostruzione dell”incidente che ha portato il sequestro preventivo della nave a Pozzallo per aver rifiutato di consegnare le persone raccolte ai libici, cinguetta su Twitter la sua difesa, confermando che “la pattuglia libica è arrivata un’ora dopo che le imbarcazioni di salvataggio delle Open Arms hanno localizzato la barca e assicurato a tutti i naufraghi i giubbotti di salvataggio”. L’accusa è grave ed è quella di associazione a delinquere.

Ma “i migranti – sottolineano dalla Ong spagnola – erano terrorizzati dal fatto di essere costretti a salire sulla motovedetta. Dopo due ore di ‘persecuzione’, la guardia costiera ha detto che era in grado di salvare la nave. Alcuni di loro si sono tuffati in mare per evitare di essere riportati in Libia”. I migranti avrebbero poi raccontato ai soccorritori delle “torture che avevano subito in Libia e come i trafficanti hanno estorto le loro famiglie a pagare in cambio della loro liberazione” si giustifica la Ong.

Oscar Camps, direttore dell’Ong ProActiva ha detto anche che “l’Italia in prima linea e l’Unione europea dietro vogliono farci pagare ciò che dovremmo fare. Il crimine di solidarietà è stato inventato”. “Dopo l’incidente con i libici – ha aggiunto – invece di dare un porto di destinazione all’Italia come al solito, il governo italiano ha lasciato le braccia aperte senza un porto sicuro per sbarcare i migranti per 24 ore”.

E mentre la vicenda finisce in mano ai magistrati, un’altra diatriba tiene banco. Quella tra Saviano e Salvini. Per il leader della Lega infatti lo scrittore avrebbe fatto “ha fatto un’altra bella figura”. Lo scrive su Facebook riferendosi all’autore di Gomorra, che su Twitter, nelle scorse ore, ha elogiato l’operazione della nave della ong spagnola con a bordo 218 migranti.

Condividi!

Tagged