Spia russa Skripal, 23 diplomatici russi cacciati? 23 Gb espulsi da Mosca

Esteri Politica

Cacciati dopo stessa decisione di Londra per 23 russi. Si tratta di 23 diplomatici britannici espulsi dalla Russia, in risposta alla misura presa da parte di Londra per il caso dell’avvelenamento dell’ex spia russa, Sergei Skripal. Stanno lasciando adesso l’ambasciata britannica a Mosca assieme ai loro familiari per raggiungere l’aeroporto e tornare in patria. Lo riferisce la Tass e lo riporta l’Ansa.

La Russia con queste parole condanna il pugno duro di May e dell’Europa: il Regno Unito sta spingendo gli alleati allo “scontro” con la Russia. Parole del ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov,che ha commentato la decisione di Bruxelles di richiamare il proprio ambasciatore da Mosca per “consultazioni”.

Ancora più duramente ha detto: le autorità britanniche “stanno febbrilmente cercando di spingere i loro alleati ad adottare misure volte allo scontro” con Mosca. Ad unirsi alla condanna il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, dopo che i leader europei si erano riuniti ieri a Bruxelles con l’esito che sappiamo: “Noi deploriamo il fatto che, ancora una volta, tali decisioni siano prese usando la dicitura ‘molto probabilmente’, ha detto alla stampa . “La Russia non ha assolutamente nulla a che fare con l’affare Skripal”, ha ribadito Peskov. 

Condividi!