Terremoto, lutto cittadino a L’Aquila: la rete ricorda

In Rilievo

Nella notte la fiaccolata di migliaia di persone per commemorare il nono anniversario del terremoto che alle 3.32 del 6 aprile 2009 devastò la città e il circondario. Il sisma provocò 309 morti, più di 1.500 feriti e oltre 70.000 sfollati.

Ma attenzione, “non è il tempo delle passerelle”, ha detto Vittorini, presidente del Comitato vittime del terremoto, che nella tragedia ha perso moglie e una bambina: “Siamo qui in ricordo dei nostri cari. Le forze politiche hanno avuto nove anni per agire. Sono nove anni che vogliamo far partire i messaggi di giustizia e prevenzione. Invito i politici presenti a far silenzio, in questo giorno non si deve fare il resoconto della ricostruzione”. E tra i politici presenti c’era anche la commissaria per la ricostruzione Paola De Micheli, che aveva evidenziato quanto fatto dal governo per la ricostruzione.

E oggi per il lutto cittadino gli esercizi commerciali, le imprese, le attività artigianali e le altre organizzazioni pubbliche e private, con esclusione dei servizi indispensabili e obbligatori, sono stati invitati dall’ordinanza comunale a sospendere l’attività lavorativa, stamattina fino alle ore 11.

È stata inoltre disposta la sospensione delle attività dei cantieri, per tutta la giornata del 6 aprile, che operano lungo via XX Settembre, sempre nel tratto compreso tra l’incrocio con via Persichetti e l’incrocio con viale Crispi, piazza Duomo, via Sassa, piazza San Biagio, via Roio, via dell’Arcivescovado, via Simeonibus, via Indipendenza, via Sant’Agostino.

E’ l’Abruzzo insomma a fermarsi e a ricordare. Ma non solo. Anche la rete non dimentica.

Condividi!

Tagged