Usa vuole nuove sanzioni a Russia: intanto la guerra commerciale continua

Esteri In Rilievo

Condividi!

Mentre abbiamo visto come l’inviato Usa Volker su “La Stampa” ha già avvertito Salvini che l’Italia non può togliere le sanzioni a Putin, gli Stati Uniti oggi ne annunceranno  di nuove contro la Russia come parte della risposta all’attacco chimico condotto in Siria del regime di Bashar Assad che ha il sostegno di Mosca.

Secondo quanto anticipato da Nikki Haley, ambasciatore degli Stati Uniti all’Onu, le nuove sanzioni “andranno a colpire direttamente tutte che compagnie che fanno affari fornendo equipaggiamenti ad Assad e collegate all’uso delle armi chimiche”.

Haley ha detto che oggi il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin annuncerà le misure a breve, questo mentre arriva al Palazzo di Vetro la nuova bozza di risoluzione sulla Siria presentata al Consiglio di Sicurezza da Francia, Stati Uniti e Gran Bretagna in cui si chiede la fine irreversibile del programma di armi chimiche del regime siriano. Oggi, dovrebbe affrontare il caso Siria, anche il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, che sarà a Lussemburgo per partecipare al Consiglio Affari Esteri dell’Ue.

Ricordiamo che ora un team investigativo dell’Opac è al lavoro in Siria per indagare sull’attacco chimico. I parlamentari francesi discuteranno nel pomeriggio, senza esprimersi con un voto, dei raid sferrati contro la Siria dalla Francia con gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Il dibattito “consentirà al governo di esprimersi davanti ai deputati e a tutti i gruppi parlamentari di illustrare le proprie posizioni”, ha affermato. il presidente dell’Assemblée Nationale, François de Rugy. Anche Theresa May, sull’attacco alla Siria, dovrà riportare alla Camera dei Comuni.

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.