+Siria: esplosione in base franco-statunitense presso Raqqa+

Esteri In Rilievo

Continuano le tensioni in Siria, la situazione è incandescente. Un’esplosione sarebbe avvenuta oggi nella base franco-statunitense di Ayn Issa nel governatorato di Raqqa, in Siria settentrionale come riferisce l’emittente televisiva curda “Kurdistan24”, secondo cui sarebbe esploso un deposito di munizioni.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione non governativa con sede a Londra, ci sarebbe almeno una vittima. In base alla versione della Ong, si sarebbe trattato dell’esplosione di un ordigno artigianale azionato al passaggio di una pattuglia. Nella base di Ayn Issa sono stanziati 200 militari statunitensi e 75 francesi che appoggiano le milizie curde Unita’ di protezione dei popoli (Ypg) nella lotta contro lo Stato islamico in Siria nord-orientale.

Intanto il premier israeliano Benyamin Netanyahu è partito oggi per una missione diplomatica in Europa centrata sulla ”questione iraniana” che egli si prefigge di discutere con la cancelliera tedesca Angela Merkel, poi con il presidente francese Emmanuel Macron ed infine con la premier britannica Theresa May e col ministro degli esteri Boris Johnson.

”Discuterò con loro – ha detto alla stampa – di due argomenti: dell’Iran e dell’Iran. Innanzi della necessita’ di continuare ad esercitare pressioni contro i suoi progetti nucleari. E poi anche – ha aggiunto – della necessita’ di bloccare la aggressività iraniana nella Regione, innanzi tutto in Siria”.

Ludovica Scarpone

Condividi!

Tagged