Il ritorno di Corona in Tribunale, tra gossip e richiesta di condanna

In Rilievo

Fabrizio Corona è tornato in Tribunale a Milano per affrontare il processo d’appello per i 2,6 milioni trovati nel controsoffitto della casa della sua collaboratrice e in due cassette di sicurezza in Austria.

A fare notizia però è stato il gossip. Si è fatto vedere mano nella mano con la compagna Silvia Provvedi. Passata la crisi? Sicuramente litigano e sicuramente la comparsa di Belen Rodriguez aveva turbato la ragazza. Ma dopo l’allontanamento il ritorno.

“È una storia turbolenta ma che ci lega tanto – ha spiegato oggi la Provvedi -. Anche quando litighiamo, siamo mano nella mano. Quello che dovevo dirgli gliel’ho detto”. L’ex fotografo dei vip “parla troppo, spero che non parli troppo”.

Il sostituto Pg Maria Pia Gualtieri intanto, tornando al processo, ha chiesto di condannare Fabrizio Corona a 2 anni e 9 mesi per tutti i reati. Ricordiamo che in primo grado Corona era stato condannato a un anno per un illecito fiscale ed era stato assolto.

Quando il sostituto pg ha chiesto di riaprire il dibattimento per poter ascoltare due testi, l’ex agente fotografico ha dato in escandescenze in aula e all’uscita ha detto, rivolgendosi alla rappresentante dell’accusa: “Non ha capito un c….”. Per Corona infatti “questo atto di appello è vergognoso e ve lo dimostrerò. La differenza è che prima non potevo camminare, parlare e difendermi ora lo posso fare” aveva detto al suo arrivo.

Il processo, poi, è stato rinviato e si tornerà in aula il prossimo 21 settembre.

Condividi!

Tagged