Dazi vostri, la Commissione Ue replica a Trump: 2,4 mld contro Usa

Esteri Politica

Condividi!

Alla notizia di Trump di voler imporre i dazi alle importazioni sull’acciaio e l’alluminio dall’Europa, risponde la Commissione Europea compatta: dazi anche contro gli Usa. Alla decisione di Trump giorni fa avevano prima risposto i Paesi in ordine sparso. E la Francia non l’aveva presa bene: era seguita una telefonata di fuoco, degenerata, con Emmanuel Macron. Ma non solo l’Eliseo aveva diffuso un comunicato in cui Macron criticava duramente la decisione di Washington, anche Theresa May aveva definito “ingiustificata” e “profondamente deludente” la decisione degli Stati Uniti di applicare dazi doganali tal fatti. Sicuramente sul tavolo del commercio internazionale nel corso del G7 in calendario alla fine della settimana in Canada, ci sarà da divertirsi e saranno scintille.

La Commissione europea ora ha approvato una decisione per imporre dazi addizionali su tutta la lista di prodotti americani già notificata all’Organizzazione Mondiale del Commercio, come parte della risposta dell’Ue ai dazi degli Stati Uniti su acciaio e alluminio. Le procedure per l’imposizione dei dazi addizionali dovrebbero concludersi entro la fine del mese.

Secondo la decisione presa, “i nuovi dazi inizieranno a applicarsi in luglio”, ha spiegato il vicepresidente della Commissione, Maros Sefcovic, annunciando la decisione del collegio. Il valore delle importazioni americane su cui l’Ue intende esercitare immediatamente il suo diritto a applicare contromisure ammonta a 2,8 miliardi di euro.

Già lunedì il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, a margine dell’assemblea di Federchimica aveva condannato come sbagliata la scelta del Presidente Usa: “Considero inaccettabile e inconcepibile la scelta di Trump che arreca un danno anche all’industria italiana dell’acciaio. Noi abbiamo misure antidumping, reagiremo in tutti i modi, io credo che gli Usa debbano vedere sul mondo del commercio chi sono gli amici e chi sono i nemici. Certamente l’Europa non e’ nemica degli Stati Uniti. E’ assolutamente sbagliato aprire un fronte commerciale on noi. L’Europa si sapra’ difendere sia nei confronti della Cina sia degli Stati Uniti”.

La linea dell’Europa è chiara.

 

 

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.