Aquarius, effetto Comunali. Nogarin (5s) apre il porto (anzi no) – VIDEO

Politica

Effetto Comunali: la differenziazione dei pentastellati dai leghisti. “Siamo pronti ad aprire il porto di Livorno e accogliere la nave Aquarius con il suo carico di 629 vite umane. Ho gi√† dato la nostra disponibilit√† al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, e ne ho parlato con il presidente della Camera Roberto Fico”: ha scritto ora¬†su Facebook il sindaco di Livorno Filippo Nogarin (M5S).

Dopo le Comunali il M5s prova riprendersi lo spazio che √® stato risucchiato dalla Lega? Possibile. Sta di fatto che Nogarin ha seguito questo ragionamento: “Io capisco perfettamente che si voglia dare un segnale all’Europa, chiedendo un cambio di passo sulle politiche migratorie ma questo braccio di ferro con Bruxelles non pu√≤ essere fatto sulla pelle di centinaia di uomini, donne e bambini”.

“Se voltiamo la testa dall’altra parte e smettiamo di ‘essere umani’, finiamo per non essere diversi dagli scafisti, che fanno affari giocando con la vita e la disperazione di migliaia di persone – ha poi proseguito Nogarin -. Livorno √® la citt√† delle nazioni. E’ nata e si √® consolidata come porto franco, come comunit√† di popoli diversi, capaci di integrarsi e crescere nel rispetto delle peculiarit√† di ciascuno. E’ il momento di riaffermare quali sono i nostri valori”.

E Matteo Salvini che dir√†? Il ministro degli Interni ieri aveva rifiutato l’attracco ai porti italiani della nave Ong con a bordo 629 persone, chiedendo a Malta di fare il proprio dovere nel primo soccorso.

Da Malta era arrivato un rifiuto netto, con tanto oggi di condanna del¬†governo dell’Italia: “Sta violando le norme internazionali” e “rischiando di creare una situazione pericolosa per tutti” a detta del primo ministro Joseph Muscat. La presa di posizione √® stata affidata a una nota, rilanciata stamane da quotidiani e portali di informazione della Valletta.

Intanto arriva il sostegno (impensabile) dell’ex ministro degli interni Roberto Maroni a Matteo Salvini, dopo qualche contrasto interno precedente tra i due leghisti esplicato anche sui giornali: ”¬†Quando ero ministro ci avevo provato anche io per risolvere la questione, per mettere l’Unione europea sotto pressione e per ottenere quello che non siamo riusciti ad ottenere, ossia il burden sharing, cio√® l’impegno a suddividere tra tutti i Paesi europei gli immigrati che arrivano in Italia in base alla popolazione”.

Allora, sottolinea ancora, “non ci riuscimmo perch√© non c’erano in Europa Governi che sostenevano la nostra posizione: adesso ci possono essere, con Orban, con il governo austriaco. Quindi √® un braccio di ferro che pu√≤ essere davvero la soluzione. Il problema non √® Malta perch√© √® troppo piccola per√≤ se da questo deriva un impegno di tutti i Paesi Europei la questione si pu√≤ risolvere”.

Intanto Nogarin ha rimosso il post, per non creare problemi al governo… come se non li avesse gi√† creati.¬†

Condividi!

Tagged
Marta Moriconi
La velocità e la capacità di individuare subito la notizia sono le mie qualità. Sono laureata in Giurisprudenza con il massimo di voti ma lascio la pratica forense e i Tribunali ben presto per gettarmi nella mia passione. Inizio la carriera nel monitoraggio radiotelevisivo, passo per gli uffici stampa, arrivo ai giornali online