Da sala slot a luogo di prevenzione della ludopatia, a Ostia il “riscatto” dagli Spada

In Rilievo

La ludopatia è un disturbo del comportamento rientrante nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi e il suo contrasto è diventato per lo Stato, per cui fino ad ora aveva rappresentato un affare, qualcosa da combattere seriamente. Non si può più tollerare che bambini e anziani caschino senza aiuti nelle reti dell’azzardopatia da cui poi è difficile uscire.

In Italia la cura del gioco d’azzardo patologico è piuttosto recente. In alcune regioni i SerT hanno istituito specifiche équipe ed esistono associazioni che si occupano di auto mutuo aiuto, ma si tratta di un processo lento per il recupero dei ludopatici.

Ora per la prima volta nel nostro Paese è accaduto che una sala slot sequestrata alla criminalità organizzata sia diventata un luogo di prevenzione dal gioco d’azzardo, quasi come una ‘legge di contrappasso’.

Lo chiamano il “riscatto di Ostia”, perché c’è un altro aspetto che si tende a sottolineare. La scelta rappresenta anche un colpo alla famiglia Spada che fino al gennaio scorso gestiva la sala giochi di via Carlo del Greco 77, oggi riaperta per diventare un centro di contrasto alla ludopatia.

In sostanza si tratta di un laboratorio guidato rivolto ai giovani per istruirli su questo fenomeno e aiutarli a riconoscere i meccanismi che portano alla dipendenza dal gioco. Protagonisti degli incontri saranno gli studenti degli istituti secondari di primo e secondo grado, divisi in gruppi di massimo 25 unità: tra gli obiettivi anche la promozione della legalità, l’informazione sulle patologie che creano dipendenza e sulla presenza di mafie e beni confiscati nel territorio.

A presentare il progetto ‘Game Over’ è stato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, affiancato dal presidente dell’Osservatorio regionale per la legalità e sicurezza, Gianpiero Cioffredi. Si tratta di una sperimentazione avviata nell’ambito dell’accordo sottoscritto con il Tribunale di Roma e la Regione Lazio per la realizzazione del programma ‘Talento & Tenacia – Crescere nella legalità, e con la partecipazione dell’Asilo Savoia, Istituzione pubblica di assistenza e beneficenza.

E’ un progetto in sostanza contro la tossicodipendenza dei giochi: infatti il giocatore d’azzardo patologico mostra una crescente perdita di controllo che lo espone con ripetute giocate, a spendere somme  di denaro che diventano sempre più perdite irrecuperabili.

Condividi!

Tagged