#WorldEmojiDay, come è cambiata la nostra vita raccontata con gli emoticon

In Rilievo

Gli emoticons sono i geroglifici del futuro o le emozioni eterne, come più vi piace. E oggi si possono festeggiare, insieme al resto del mondo grazie al World Emoji Day. Il parlare per emoji si chiama “dirty talking”, e nel tempo c’è stata una genesi di questi simboli e la loro evoluzione è sempre in atto.

La data del 17 luglio non è stata scelta a caso, ma è quella che appare nell’icona del Calendar Emoji dei Sistemi iOS. E nella top trend di twitter appare già l’hashtag dedicato alla festa, con tanto di commenti abbinati a manine e cagnolini etc…

C’è chi chiede faccine nuove, chi si dice soddisfatto di quelle che ci sono. O chi prova a spiegare l’ultimo anno dei tifosi del Milan raccontato attraverso le emoji. Appare anche chi presenta dieci hit in gara per la #PowerHitsEstate chiedendo di indovinarle attraverso queste figurine che fanno impazzire il mondo.

Impossibile resistere alla tentazione di corredare un proprio sms con una di quelle faccine buffe e sorridenti, ormai le emoticon siamo noi e ci esprimono meglio di tante parole.

E sono arrivate anche nelle pubblicità. Come nelle campagne lanciate con gli hashtag, si ricordi la Ford #DontEmojiAndDrive con un fantastico mini-spot del 2015 con tre foto pixelate di emojis che ha sensibilizzato l’uso del cellulare durante la guida.

Non resta che attendere il prossimo aggiornamento, per conoscere le nuove figurine e le nuove idee che producono.

 

Condividi!

Tagged