Giorgia Meloni vota Marcello Foa. Ma Fi non cede, spaccandosi

Politica

Condividi!

Pd e Leu hanno fatto un appello agli altri partiti di opposizione, FI e FdI: non partecipate al voto in commissione di Vigilanza Rai. Appello respinto da Giorgia Meloni. Oggi Fratelli d’Italia ha sciolto la riserva. Il suo è un sì  a Foa. In voti significa due in più rispetto a ieri.

Ma manca Fi. Spaccata tra chi sta facendo il pressing su Silvio Berlusconi, paventando un isolamento senza precedenti se dovesse non accettare il nome di Foa.

Ma Forza Italia ormai si è irrigidita ancora di più, vuole lo scontro e Berlusconi desidera mandare un messaggio a Salvini, sempre più un ex alleato. Eppure il Patto di Nazareno bis non piacerebbe a nessuno, neanche ai suoi, e il problema si fa sentire. Berlusconi eri sera – intanto – sarebbe stato sottoposto ad “analisi e controlli di routine” all’ospedale San Raffaele di Milano e sta usando questo tempo per ragionare coi fedelissimi. E il vice premier leghista? Ha staccato anche lui, ma al mare col figlio, e non risponde a nessuna chiamata aspettando semplicemente il voto in commissione di Vigilanza.

Non resta che aspettare mercoledì. 

Domani nuovo step: il via libera del consiglio di amministrazione della Rai. Potrebbe essere il consigliere in quota leghista, Igor De Biasio, a indicare il suo nome, l’ad. Fabrizio Salini, la consigliera indicata da M5s Beatrice Coletti e il membro vicino a FdI Gianpaolo Rossi.

Tagged