Inseguito immigrato creduto ladro, muore. Come la rete giudica il caso Aprilia

Politica

Era un ladro per loro (che erano in ‘ronda’ intorno alle 2 di sabato per la classica passeggiata di legalità di quartiere). Secondo le prime ricostruzioni avrebbero seguito la sua auto e non è chiaro cosa sia successo dopo un incidente dell’auto. Lui è morto.

E’ successo tutto ad Aprilia a pochi chilometri dalla Capitale. Ora potrebbe scattare l’accusa di omicidio preterintenzionale sui due italiani. Ma andiamo per ordine.

E’ stato un gruppo di abitanti della residenziale via Guardapasso che ha notato una vettura sospetta, una Renault Megane con a bordo due uomini. Quando i due, troppo osservati, hanno accelerato, tre quarantenni sono saliti in auto e hanno iniziato l’inseguimento.

La Renault è uscita di strada,, sulla via Nettunense, ha fatto un incidente. Il conducente è scappato.  L’altro, sceso, è stato raggiunto dagli italiani e sarebbe stato, almeno stando alla prima ricostruzione dei carabinieri, ma non è chiaro cosa sia successo a questo punto.

Ora l’accusa è che si tratti di una sorta di effetto Lega, a forza di alzare i toni sarebbe il partito di Salvini ad aver creato un clima astioso. L’opposizione non aspettava altro che dimostrare le conseguenze di certe parole. Ma va detto che uno dei due nordafricani avrebbero piccoli precedenti per documenti falsi e che nel veicolo sarebbe stato ritrovato uno zaino con arnesi da scasso.

Su twitter si può leggere cosa ne pensa l’opinione pubblica.

Condividi!

Tagged