Cappato, M5s deposita la proposta di legge sull’eutanasia. E ora la Lega?

Politica

Marco Cappato col caso Dj Fabo è riuscito a portare in Parlamento un argomento spinoso che nessuno avrebbe mai affrontato, divisivo e che attiene alla coscienza personale delle persone. Invece dopo la decisione non decisione della Consulta, la politica è destinata a scontrarsi presto su questo argomento.

Ieri mattina è stata depositata in Senato la proposta di legge sull’eutanasia, che ricalca in gran parte quella che, nella passata legislatura. L’ha presentata Silvia Giordano insieme al collega Matteo Mantero, senatore ligure del MoVimento 5 Stelle.

“Quello che ho appena depositato vuole semplicemente essere uno spunto per avviare il confronto, alla luce delle sollecitazioni della Corte Costituzionale, nel processo per la morte di Dj Fabo dello scorso 24 ottobre, e soprattutto delle tante persone che soffrono. Penso che i tempi siano maturi per riprendere quella discussione parlamentare che era stata interrotta dopo l’approvazione della legge sul testamento biologico, di cui questa proposta di legge sarebbe il completamento”, ha spiegato Mantero.

“Nella passata legislatura si è ottenuto un grande risultato sui temi etici – chiosa il senatore pentastellato – Ma ancora tanti malati aspettano una risposta, costretti a lunghi e faticosi viaggi, quelli che possono permetterselo, per vedere riconosciuto il loro diritto a morire con dignita’ e senza soffrire”.

D’altronde secondo Cappato la Corte non si è limitata a rinviare, ma è entrata nel merito. Ha rilevato che “l’attuale assetto normativo lascia prive di adeguata tutela determinate situazioni costituzionalmente meritevoli di protezione”. Mentre si attendono le motivazione che usciranno tra 20 giorni, il rinvio sì sospende il giudizio della corte di Asssise di Milano, ma dà undici mesi al Parlamento per affrontare il tema.

Per quanto riguarda la maggioranza, la Lega sul tema appare divisa: tra le sue fila c’è l’avvocato Bongiorno che ha già sottolineato di essere favorevole all’eutanasia e di voler sollecitare la politica ad affrontare il tema del fine vita. Ma ci sono anche molti altri parlamentari che sono pronti a fare le barricate.

E se legge venisse riscritta sì, ma escludendo nettamente la pratica dell’eutanasia? A questo Cappato non vogliono neanche pensare.

Condividi!

Tagged